Giovedý 23 Settembre12:57:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Uno spettacolo di sport alle 7 Borgate Macianesi in ricordo di Giacomo Rossi

La vincitrice è Gloria Barale e il vincitore El Haissoufi Ismail

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Novafeltria | 09:28 - 09 Agosto 2021 La vincitrice Gloria Barale e il vincitore El Haissoufi Ismail La vincitrice Gloria Barale e il vincitore El Haissoufi Ismail.

Una splendida giornata di sport in Alta Valmarecchia, nonostante il grande caldo, nel ricordo di Giacomo Rossi, podista, ciclista e musicista scomparso a 32 anni nell'ottobre 2020. Un ragazzo di animo gentile e grande intelligenza, che amici e conoscenti non hanno dimenticato. E' stata corsa in suo onore l'edizione 2021 delle Sette Borgate Macianesi, che ha visto trionfare Ismail El Haissoufi dell'Atletica Rimini Nord. Secondo il compagno di squadra Lorenzo Fuschini con il tempo di 44' e 12'', seguito da Luca Boinega dell'Atletica Urbani. Prima, tra le donne, Gloria Barale dell'Atletica Alba, la squadra in cui correva Giacomo, trasferitosi in Piemonte per motivi di lavoro. Seconda tra le donne Moroni Federica, dell'Atletica Castel San Pietro con il tempo di 50' e 56'' e terza Nanu Ana dell'Atletica Rimini Nord Santarcangelo. Tra gli atleti ha corso anche Wondwosen Bizzocchi della Virtus Bologna, altra squadra in cui ha corso Giacomo, vincitore del trofeo dedicato alla sua memoria: è stato il primo atleta a transitare sul Bossolo, a circa 2,5 km dalla partenza.

LA GARA

La gara  si svolge su un circuito in gran parte sterrato con salite e discese molto impegnative di 6 km da percorrere 2 volte per un totale di 12 km.
 

"Ho cercato di gestirla guardando la situazione meteo, con questi caldi si raddoppia la fatica, mi sono staccato dalla testa, al secondo giro sono andato in progressione e ho ripreso il mio compagno di squadra: molto bella la gara" afferma il vincitore El Haissoufi Ismail.

"Percorso molto bello, ma molto impegnativo, suggestivo. Ho fatto un primo giro troppo 'pimpante', al secondo l'ho pagata, gestendo le energie arrivando bene al traguardo", spiega la vincitrice Gloria Barale.

"Sono venuto qui in memoria del nostro amico, compagno e atleta, la gara è dura se non conosci il percorso non pensavo fosse così pesante" è il commento di Wonde Bizzocchi.

"Il primo pensiero è stato quello di dedicare la competizione a Giacomo, abbiamo avuto l'onore di avere i 10 atleti di Alba, avere 160 atleti, con una giornata così calda e un percorso impegnativo è stata una bella soddisfazione", così ha affermato prima della partenza il presidente del Maciano Team Runners asd, che organizza la gara, Cristian Rossetto,  rimarcando la difficile gestione delle competizioni in questo periodo a causa della pandemia,  che prevede particolari protocolli, “ma dovevamo farlo per Giacomo Rossi” ha detto. In griglia di partenza, in prima linea, anche Wonde Bizzocchi della società Virtus Bologna, anche qui aveva “militato”  Giacomo Rossi. L’atleta Bizzocchi si è aggiudicato il traguardo volante, posto dopo 2,5 km sul bossolo (salita più dura del percorso): qui  in terra sono state dipinte delle sagome in bianco di Giacomo Rossi. Gran parte del paese di Maciano si è adoperato e ha prestato il proprio impegno affinchè la manifestazione si svolgesse nel migliore dei modi. A vincere per gli uomini è Haisssoufi Ismail, dell’ atletica Rimini Nord con il tempo di 44’e 12” e per le donne  Gloria Barale, Atletica Avis Castel San Pietro, con il tempo di 50’ e 42’’.

In audio le interviste a Cristian Rossetto presidente del Maciano Team Runners asd, alla vincitrice Gloria Barale e al vincitore El Haissoufi Ismail

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >