Giovedý 23 Settembre06:24:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Emergenza foce del Marano: acque fortemente inquinate da dieci anni

i risultati del monitoraggio di Goletta Verde: quattro i punti del riminese interessati dalle analisi

Attualità Riccione | 14:22 - 07 Agosto 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


I volontari di Goletta Verde hanno campionato 11 punti nella costa romagnola, tra il 19 e il 20 luglio, di cui 7 foci e 4 punti in spiaggia. 2 i campioni risultati oltre i limiti di legge ed entrambi sono foci di fiumi: la foce del canale Ferrari in località Punta Marina a Ravenna e la foce del Marano a Riccione.

GLI OBIETTIVI DEL MONITORAGGIO DI GOLETTA VERDE I monitoraggi lungo le coste che Goletta Verde effettua da anni non vogliono sostituire i dati ufficiali, ma vanno ad integrare il lavoro svolto dalle autorità competenti. I dati di Arpa sono gli unici che determinano la balneabilità di un tratto di costa a seguito di ripetute analisi nel periodo estivo. Le analisi di Goletta Verde hanno invece un altro obiettivo: andare ad individuare le criticità dovute ad una cattiva depurazione dei reflui in specifici punti, come foci, canali e corsi d'acqua che sono il principale veicolo con cui l'inquinamento generato da insufficiente depurazione arriva in mare. 

Le analisi sono state eseguite da laboratori individuati sul territorio. Si ringrazia il laboratorio Tentamus Agriparadigma per la disponibilità e collaborazione. La presenza di batteri di origine fecale (enterococchi intestinali ed escherichia coli) è un marker specifico di inquinamento dovuto da scarsa o assente depurazione.

I PUNTI RISULTATI OLTRE I LIMITI DI LEGGE Degli 11 punti campionati dai volontari e dalle volontarie di Goletta Verde 2 sono risultati inquinati. La foce del canale Ferrari in località Punta Marina a Ravenna è un nuovo punto che i volontari e le volontarie di Goletta Verde hanno campionato quest'anno, individuato grazie alle segnalazioni dei circoli di Legambiente del territorio e del regionale Legambiente Emilia Romagna, ed è risultato oltre i limiti di legge. Anche la foce del Marano a Riccione (RN) è risultata fortemente inquinata, dato che non stupisce visto che dal 2010 è risultato entro i limiti di legge solo una volta. 

"La situazione delle acque nella nostra regione a livello generale può dirsi soddisfacente - dichiara Paola Fagioli, Direttrice Legambiente Emilia Romagnama non dobbiamo abbassare la guardia: la foce del Marano a Riccione risulta, dallo storico dei nostri campionamenti, fortemente inquinata da 10 anni. Questo significa che nulla è stato fatto per migliorare la depurazione, e che persistono le criticità alle foci dei fiumi. Ad aggravare la situazione c'è da evidenziare che questa foce si trova al centro di una spiaggia frequentata dai bagnanti. Per questo segnaleremo, ancora una volta, le criticità riscontrate da Goletta Verde alle autorità preposte per avviare delle indagini serie per capire l'origine di questo inquinamento e garantire un miglioramento della depurazione, tutelando la salute dei cittadini e delle cittadine".

I DATI A Rimini sono 4 i punti campionati dai volontari e dalle volontarie di Goletta Verde, 3 dei quali risultano entro i limiti di legge: la foce del torrente Ventena a Cattolica, la spiaggia a sud della foce del fiume Uso in località Igea Marina al confine tra Bellaria e Igea Marina e la spiaggia a sud del fiume Marecchia in località San Giuliano Mare a Rimini. Unico punto risultato fortemente inquinato, come da quasi 10 anni, è la foce del torrente Marano a Riccione.

< Articolo precedente Articolo successivo >