Giovedý 23 Settembre15:17:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, insospettabile ingegnere sorpreso a spacciare in vacanza

E' un 37enne residente nel varesotto. Nei guai anche un 41enne, anch'egli denunciato per lo stesso reato

Cronaca Rimini | 13:00 - 05 Agosto 2021 La marijuana sequestrata La marijuana sequestrata.


Sono continuati nel corso della settimana i controlli antidroga da parte della squadra di Polizia giudiziaria della Polizia locale di Rimini. Nel pomeriggio di martedì 3 agosto, nel corso di un normale controllo di routine in un tratto del lungomare sud, è stato denunciato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti un ingegnere, classe 1984, residente in provincia di Varese. Ad insospettire gli agenti è stato l’atteggiamento del giovane che, alla loro vista, ha tentato immediatamente la fuga. Una volta raggiunto ha spontaneamente consegnato 4 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana, giustificandola come consumo personale. La perquisizione della stanza del vicino albergo in cui alloggiava il giovane, per un periodo di vacanza, ha permesso il rinvenimento di  sei dosi (pari a 39 grammi totali) di marijuana. Il sospettato è stato così denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un altro giovane, classe 1980, è stato denunciato a piede libero nel corso dei controlli antidroga effettuati nella giornata di ieri (mercoledì 4 agosto). In questo caso gli agenti della Polizia giudiziaria della Municipale, in seguito a segnalazioni, si sono appostate tra via Pegaso e via dell’Orsa Maggiore per seguire i movimenti di una vecchia conoscenza delle Forze dell’ordine, residente nelle vicinanze. Dagli appostamenti sono emersi diversi incontri in cui il sospettato incontrava velocemente alcune persone, tra cui diversi dipendenti già noti. A quel punto gli agenti hanno atteso un nuovo incontro e hanno raggiunto e bloccato il sospettato che stava allontanandosi a bordo di un monopattino. All’arrivo degli agenti l’uomo ha tentato di liberarsi di un pacco lanciato sotto le macchine in sosta. Una volta recuperato, sono state individuate tre confezioni di eroina del peso complessivo di 1,81 grammi, mentre altri 14 grammi sono stati rinvenuti all’interno del suo zaino. L’uomo aveva in possesso anche alcuni contanti, circa cinquanta euro, frutto dello scambio di stupefacenti con i clienti. Autorizzati dalla Procura, gli agenti hanno perquisito la vicina abitazione in cui sono stati rinvenute diverse sostanze stupefacenti, tra cui 5 grammi di marijuana già suddivise in due dosi e 1,5 grammi di hashish. Le sostanze e i contanti sono stati sequestrati mentre il giovane è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >