Mercoledý 22 Settembre13:56:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Commercianti marignanesi e i loro clienti diventano pittori: ecco i premiati del concorso

L'iniziativa a cura dell'associazione di commercianti Granaio dei Malatesta

Attualità Rimini | 12:55 - 05 Agosto 2021 Il sindaco Morelli al centro con il vincitore (a destra) Il sindaco Morelli al centro con il vincitore (a destra).


Nel mese di luglio i commercianti marignanesi hanno portato l'arte in vetrina con il concorso di espressione artistica dal titolo: "Che colore ha la libertà?". Sono stati 21 i partecipanti, che hanno proposto opere sul tema della libertà ed i colori, un tema scaturito "dal desiderio - afferma Monica Mazzini, presidente dell'associazione Granaio dei Malatesta - di portare un pò di colore e bellezza dopo i difficili mesi trascorsi".

"Non ci aspettavamo così tanta partecipazione ed entusiasmo - afferma Elisa Parma, ideatrice del concorso e consulente per l'associazione-: le opere ci hanno emozionato e sorpreso e sia i partecipanti che i clienti delle attività hanno risposto con entusiasmo a questa iniziativa".

Lo scorso lunedì (2 agosto) si è svolta la cerimonia di premiazione in cui tutti i partecipanti hanno potuto esporre le proprie opere nella cornice dell'Arena spettacoli e ricevere un attestato ed un piccolo presente. La serata è stata l'occasione per incoronare i vincitori, selezionati da una doppia giuria: la giuria popolare che ha votato tramite i likes alla pagina Fb granaiodeimalatestasgm, e la giuria di qualità, composta da Annarita Ferrara, pittrice e docente di Storia dell'Arte; Erika Calesini, artista internazionale, specializzata in Moda e Design; Nicola Gabellini e Laura Pontellini in rappresentanza dell'amministrazione comunale, che ha concesso il patrocinio all'iniziativa; Paola Pecci e Umberto Pedrucci, in rappresentanza del direttivo dell'associazione commercianti Granaio dei Malatesta ed Elisa Parma, ideatrice e organizzatrice dell'iniziativa, fotografa, esperta di comunicazione visiva e linguistica.

Grande emozione per l'esordio della serata, in parole ed immagini, a cura di Diana Saponara e Laura Lucertini che hanno messo in scena l'albo illustrato "Chiedimi cosa mi piace", facendo immergere il pubblico in un’atmosfera magica e da sogno.

I VINCITORI

1° posto:  Luca Giammarusto con l'opera pittorica "Leo: l'istinto e la forza della libertà", che "ha dipinto un soggetto spesso rappresentato dagli artisti nel corso della Storia dell’Arte, ma mai scontato. Luca ha voluto esprimere la Libertà intesa come istinto primordiale, puro e potente, difesa attraverso la Forza e il Coraggio, il tutto enfatizzato mediante il colore. L’esplosione cromatica che ci viene restituita è di grande vitalità e forte impatto emotivo e allo stesso tempo ci colpisce e ci emoziona. L’immagine di Leo riconoscibile e ben proporzionata sembra uscita dal mondo onirico o appartenere a quello delle favole antiche. Ciò che rende preziosa la tela è la moderna interpretazione del soggetto che ha saputo unire tre stili differenti: quello aggressivo dell’espressionismo tedesco, quello sintetico e grafico della Pop-Art americana e quello libero e gestuale dell’Action – Painting di Pollock, il tutto integrato in una perfetta armonia tonale, quasi orchestrale.

2° posto: Loredana Colonna con l'opera scultorea "Freedom".

3° posto: Monica Bologna con l'opera pittorica "Necessità Primarie".

Premio della Critica; Samanta Menghi con l'opera in tecnica mista "Libertà" per aver “portato alla nostra attenzione un tema di grande importanza, spesso discusso e fortemente dibattuto in questi ultimi anni. La libertà di un individuo di poter essere se stesso nonostante la sua apparente diversità che se accettata dagli altri può diventare un valore e un'enorme ricchezza per tutti”.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >