Giovedý 16 Settembre12:52:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Italian gravel trophy, la prima edizione toccherà anche la provincia di Rimini

Due giorni di cicloturismo, i percorsi medio e lungo a cavallo delle due regioni

Sport Rimini | 09:41 - 03 Agosto 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Sono stati presentati i tre percorsi ufficiali della prima edizione dell’Italian Gravel Trophy, la nuova due giorni cicloturistica in partenza domenica 5 settembre e dedicata al mondo della gravel, ma aperto alla partecipazione con qualsiasi tipo di bicicletta. I partecipanti percorreranno le strade bianche e rurali dell’entroterra di Gabicce Mare ma anche quello della provincia di Pesaro-Urbino per giungere nel Parco Naturale del Monte San Bartolo. Un percorso disegnato attraverso gli antichi borghi, castelli e rocche medioevali adatto ad uno sportivo “slow” che ama pedalare a “testa alta” per non perdersi le meraviglie scenografiche dei luoghi che percorre.

Tre le proposte di questa prima edizione: il percorso corto è di 55 chilometri con 970 metri di dislivello, un tracciato adatto anche a chi ha una preparazione atletica non eccellente. L’itinerario percorrerà le strade bianche del comprensorio del comune di Gabicce Mare, ma anche quello di Tavullia e Gradara con il suo maestoso castello, le sue attrazioni storiche e monumentali per giungere poi nel Parco Naturale del Monte San Bartolo definito la “terrazza” più bella dell’Adriatico, per terminare nella cittadina balneare di Gabicce Mare.
 
Per chi desidera un’alternativa più impegnativa c’è il percorso medio di 83 chilometri con 1510 metri di dislivello, e attraverserà anche la vicina provincia di Rimini toccando gli antichi borghi di Saludecio e Mondaino per arrivare nella provincia di Pesaro-Urbino con Tavullia, Gradara e il Parco Naturale del Monte San Bartolo con la sua Via Panoramica per poi giungere in centro citta di Gabicce Mare dove è previsto il ristoro finale.
 
Mentre i ciclisti più allenati potranno cimentarsi nel tracciato lungo, di ben 137 chilometri e 2520 metri di dislivello. Questo tracciato è il più impegnativo e si snoderà nella vicina provincia di Rimini con gli antichi borghi di Saludecio e Mondaino per giungere nella città rinascimentale di Urbino dove il suo Duca ci indicherà la strada per giungere a Gradara con il suo maestoso castello. Da qui i ciclisti attraverseranno il Parco Naturale del Monte San Bartolo con parata finale sul “balcone naturale” di Gabicce Monte e discesa verso il centro della cittadina di Gabicce Mare dove li attenderà un ricco Birra Party finale.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >