Sabato 18 Settembre11:07:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, l’area Fox diventa un parcheggio con 328 nuovi posti auto, in autunno i lavori

Il via libera dalla terza commissione consiliare

Attualità Rimini | 12:20 - 02 Agosto 2021 Rimini, l’area Fox diventa un parcheggio con 328 nuovi posti auto, in autunno i lavori


Parere favorevole (14 voti favorevoli, 9 astensioni) questa mattina, nella seduta della terza commissione consiliare permanente, alla bozza di convenzione urbanistica per la rigenerazione dell’area“ex Fox Petroli” in via Circonvallazione Meridionale a Rimini.

Il piano di intervento, frutto di una collaborazione pubblico-privato, che consentirà di rigenerare e arricchire di funzioni un comparto centrale della città, a ridosso del centro storico e del borgo San Giovanni, permettendo di potenziare i servizi e le dotazioni di parcheggi pubblici a disposizione della città.

Il piano delle opere prevede infatti, nell’area tra via Circonvallazione Meridionale e via Bramante, la realizzazione di un nuovo parcheggio di attestamento integrato con 328 posti auto, a gestione mista da parte dell’amministrazione comunale e a uso pubblico, in gran parte collocati nell'interrato e una parte restante a raso.

La nuova e grande disponibilità di sosta in centro sarà anche accompagnata dalla realizzazione di un’area da adibire a verde pubblico di oltre 500 metri quadrati e dalla messa in opera di migliorie strutturali alla viabilità della zona in accesso e in uscita (nuova rotatoria tra via Melozzo e via Bramante, riqualificazione dei marciapiedi e del parco Fabbri). Si procederà inoltre alla demolizione dei fabbricati esistenti e con la bonifica ambientale dell'intera area (dove era presente un distributore idrocarburi), da molti anni in stato di abbandono. La convenzione pubblico privata prevede l’inserimento di una nuova medio piccola struttura di vendita alimentare.

Rispetto al piano di interventi già vagliato dall’amministrazione nel 2017, il progetto approvato è stato integrato e migliorato, dedicando un’attenzione particolare all’inserimento delle opere nel contesto urbano e paesaggistico. L’opera infatti sarà in linea con le indicazioni della Soprintendenza, con volumi fuori terra contenuti al fine di migliorare la visibilità delle mura antiche, che saranno valorizzate grazie ad accorgimenti progettuali mirati, come la creazione di una parete verde sull’edificio e la creazione di una ‘cortina verde’ che delimiti l’area.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione degli interventi, una volta approvata in consiglio comunale la convenzione urbanistica (prima della scadenza di questo mandato amministrativo), il permesso di costruire che è in istruttoria sarà rilasciato orientativamente entro il mese di ottobre 2021. Quindi potranno partire i lavori che hanno un tempo di realizzazione di 15-18 mesi, dovendo realizzare contestualmente sia le opere pubbliche, che i servizi, che la struttura commerciale. Sui parcheggi la gestione sarà comunale.   

“Probabilmente già entro la fine del 2022, inizio 2023- è il commento dell’assessore alla gestione del territorio Roberta Frisoni- il centro storico potrà contare sulla rigenerazione di un’area, sinora oggettivamente degradata, e sulla riqualificazione dei servizi, a partire da un nuovo, consistente plafond di posti auto, a disposizione per l’ampia area che dall’Arco d’Augusto arriva a Borgo san Giovanni e comunque si estende per l’intero perimetro storico della città. Stiamo già ipotizzando alcune formule particolarmente allettanti per la tariffazione, una volta realizzata la nuova dotazione di posti auto. Tra le ipotesi c’è anche quella della gratuità della sosta per tutti per i primi 90 minuti, in modo da favorire comunque la rotazione e allo stesso tempo garantire un contenitore dove veicolare i flussi per accessi veloci al centro, senza richiedere alcun pagamento. In quest’ottica l’amministrazione sta lavorando affinché il parcheggio pubblico diventi anche un hub per la mobilità sostenibile con servizi in sharing a disposizione per innescare nuove abitudini di park&ride”.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >