Luned́ 02 Agosto23:49:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Santarcangelo Balamondo World Music, incontro fra tradizioni musicali dedicato a Raoul Casadei

La sindaca Parma: "Terzo momento del nostro omaggio al Re del Liscio"

Spettacoli Santarcangelo di Romagna | 13:56 - 22 Luglio 2021 Mirko Casadei e la POPular Folk Orchestra Mirko Casadei e la POPular Folk Orchestra.

Nella cornice dello Sferisterio di Santarcangelo venerdì 30 luglio alle ore 21 è di scena il festival Balamondo World Music, momento d’incontro fra tradizioni musicali dedicato quest’anno a Raoul Casadei. Protagonista dell’evento, come di consueto, sarà la Mirko Casadei POPular Folk Orchestra, per l’occasione insieme alla formazione rumena Nadara Transylvanian Gypsy Band.

 

Balamondo World Music è il festival diretto da Mirko Casadei legato a musica, ballo, territori, che mette al centro la musica popolare e il ballo tipico della terra romagnola avvalendosi della presenza di grandi ospiti. Questa edizione – dedicata a Raoul Casadei a pochi mesi dalla sua scomparsa – vedrà Mirko Casadei e gli artisti ospiti presenti proporre i brani storici del Re del Liscio rivisitati per l’occasione.

 

L’orchestra tradizionale rumena Nadara Transylvanian Gypsy Band è composta dal bratch (un violino tipico), contrabbasso, voce, chitarra, sassofono, fisarmonica e strumenti acustici di origine più recente. Il gruppo apre nuovi mondi sonori e contribuisce alla naturale evoluzione della musica popolare della Transilvania. L'originalità della formazione e il suo forte attaccamento al folklore rendono i Nadara un esempio di risveglio musicale coerente con la tradizione popolare.

 

“Siamo particolarmente contenti di poter ospitare a Santarcangelo questa edizione di Balamondo World Music – dichiara la sindaca Alice Parma – anche perché con questa iniziativa si completa, almeno per il momento, l'ideale omaggio della nostra città a Raoul Casadei. Cominciato il 21 giugno scorso con il concerto ‘Casadei secondo me’ del Simone Zanchini Quartet nel cortile della scuola Pascucci, il tributo al Re del Liscio è proseguito nei giorni di Santarcangelo Festival, che con le serate del ‘Liscio in piazza’ ha voluto ricordare, 50 anni dopo, la partecipazione dell'Orchestra Casadei alla prima edizione, nel 1971. Un evento come Balamondo – conclude la sindaca Parma – può considerarsi di casa a Santarcangelo, dove la contaminazione culturale e il dialogo tra ricerca e tradizione sono all’ordine del giorno”.

 

“Da sempre – dichiara l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini – la musica e il ballo contribuiscono a formare l’identità di un territorio. Tutto questo, per questa terra, ha un nome: la musica e il ballo liscio. Allo stesso tempo, sia la musica che le diverse forme di danza e ballo sono potenti strumenti di dialogo con tutti i popoli del mondo, perché questi suoni e linguaggi sono preziose occasioni per gettare ‘ponti’ tra popoli e differenti culture. In questo contesto, in un anno particolarmente difficile a causa della pandemia, il Balamondo Music Festival è un evento importante – conclude l’assessore Corsini – che rilancia lo spirito accogliente e più genuino di questa terra”.

 

La partecipazione a Balamondo World Music Festival – che si inserisce nell'ampio cartellone della Notte Rosa – è gratuita, ma è necessario prenotare inviando una mail a focus@focusantarcangelo.it o telefonando al numero 334/6628192 (da lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,30), operativo fino al giorno stesso dell’evento. In caso di maltempo, l’iniziativa si svolgerà al Supercinema (piazza Marconi 1, Santarcangelo). Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati sui canali social di Visit Santarcangelo.

 

Mirko Casadei – Nato a Rimini nel 1972, figlio del “Re del Liscio” Raoul Casadei, il musicista romagnolo guida l’Orchestra Casadei da tanti anni, con il progetto di portare avanti una tradizione fondata nel 1928 che appartiene a tutti gli italiani e grande attenzione al ricambio generazionale. Con il suo pop-folk, Mirko Casadei ha infatti portato una ventata di novità, proponendo nuovi sound attraverso le tante contaminazioni musicali che ha realizzato nei suoi live. Con la sua POPular Folk Orchestra, inoltre, ha suonato in migliaia di città italiane ed è stato ospite di importanti Festival. Direttore artistico di “Balamondo World Music Festival”, protagonista di programmi televisivi Rai e Mediaset, ha dato vita a numerosi tour all’estero capaci di unire emigrati italiani e persone del luogo, grazie anche a jam session con orchestre del territorio in uno scambio culturale di folk e canzoni. Alla famiglia Casadei è stato anche dedicato il documentario, realizzato dal regista Giorgio Verdelli per Rai Due, “Unici – La dinastia Casadei”.

 

Mirko Casadei POPular Folk Orchestra – È formata da musicisti che suonano rigorosamente dal vivo, con una sezione fiati scatenata: Marco Lazzarini (sax e clarinetto in do), Gil Da Silva (tromba e percussioni) e Beppe Satanassi (trombone); una cantante violinista al centro del palco, Valeria Magnani; a dare il ritmo sono Alessandro D’Altri alla batteria e Matteo Tiozzo al basso, alle tastiere e fisarmonica Manuel Petti, chitarra e voce Stefano Giugliarelli. Alla guida naturalmente c’è Mirko Casadei, ambasciatore di Romagna e mattatore delle feste in tutta la Penisola.

< Articolo precedente Articolo successivo >