Sabato 31 Luglio16:52:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre palline e prostituzione: 37 sanzioni e 25 allontanamenti di persone sospette

L'azione in campo in aree verdi, in un albergo e alle colonie Enel e Marebello

Cronaca Rimini | 15:02 - 21 Luglio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Ben 11 agenti della Polizia locale, di cui 5 in abiti civili della squadra di polizia giudiziaria, 2 unità cinofile e altri 4 con pattuglie operanti in divisa, hanno iniziato controllato parchi, aree verdi cittadine e alcune strutture edilizie abbandonate (come l’hotel “Dreem” a Miramare e la colonia Enel a Marebello) per garantire la sicurezza urbana a Rimini.

Una perlustrazione fatta con l’indispensabile ausilio dei cani, in cui è stato trovato nascosto nell’hotel chiuso di Miramare un giovane extracomunitario che aveva forzato una porta di ferro e si era alloggiato con materassi e coperte dentro ad un ripostiglio dell’edificio. Sul posto i cani hanno fiutato l’odore di sostanze stupefacenti che erano state disperse da poco sul pavimento, c’erano anche le tracce e i ritagli di alcune sostanze da taglio e tutto il materiale per il confezionamento delle dosi.  il giovane è stato denunciato in base all’art. 633 del codice penale che punisce “l’invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli”.

Il servizio poi si è esteso sui viali delle regine e sugli altri fronti della sicurezza urbana con il fermo e l’allontanamento di alcun persone dedite al gioco delle tre palline. Attività che ha prodotto 19 sanzioni da 1000 euro, verbalizzati seconde le prescrizioni del regolamento di polizia urbana.  Successivamente i controlli si sono allargati anche nella zona della spiaggia, dove è stato fatto un lungo pattugliamento da Miramare fino al porto sulla battigia con i fuoristrada. Un presidio notturno importante sul fronte della prevenzione dei furti e dello spaccio, eseguito anch’esso con l’aiuto delle unità cinofile, che ha portato ad identificare e allontanare 25 persone che manifestavano comportamenti sospetti. Durante questo servizio è stato anche ritrovato e riconsegnato ai genitori un bambino che si era smarrito.  

Quest’ultima operazione si è svolta in parallelo con la pattuglia in borghese, che intanto si era distaccata, dedicandosi al contrasto del fenomeno della prostituzione sia nella zona nord che in quella a sud sulla statale 16 e sui viali delle regine. Un’attività da cui sono emerse 18 violazione, e altrettante sanzioni da euro 400, come prevede l’ordinanza antiprostituzione. 
 

< Articolo precedente Articolo successivo >