Giovedý 05 Agosto04:29:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio: niente ripescaggio in C, non presentata la domanda. Sconcerto tra i tifosi

La società ufficializza in una nota: "Determinante la ristrettezza di tempo a disposizione"

Sport Rimini | 18:27 - 19 Luglio 2021 Alfredo Rota (foto Petrangeli) Alfredo Rota (foto Petrangeli).


Il Rimini Calcio parteciperà al prossimo campionato di Serie D. Con grande sorpresa e rammarico dei tifosi, non è stata completata la domanda di ripescaggio.  Lo ha ufficializzato la stessa società in una nota, evidenziando "la ristrettezza di tempo a disposizione" e "la grande brevità di tempo concesso per far fronte ai gravosi adempimenti economici necessari per la ratifica delle condizioni dettate dalla Figc". Determinante in negativo anche l'impossibilità di presentare la seconda fideuissione richiesta dalla Covisoc, oltre a quella della Lega Pro. E pensare che le parole del presidente Alfredo Rota solo di qualche giorno fa durante non la presentazione di mister Marco Gaburro, avevano riacceso il sogno dei tifosi di ritornare in terza serie.

LA NOTA DEL CLUB Il Rimini FC comunica che suo malgrado, vista la ristrettezza di tempo a disposizione non riesce a perfezionare la domanda di ripescaggio al campionato di serie C per l’annata calcistica 2021/2022. La grande brevità di tempo concesso per far fronte ai gravosi adempimenti economici necessari per la ratifica delle condizioni dettate dalla F.I.G.C. purtroppo non consente di poter produrre tutte le garanzie necessarie. Il Rimini FC, suo malgrado, si deve fermare di fronte all’impossibilità di produrre in tempo utile la seconda fideiussione richiesta.

C’è da sottolineare che anche la prospettiva di ricerca di partner che potessero dare una mano non è realizzabile in un lasso di tempo così breve, pertanto vista la concretezza alla quale il presidente Alfredo Rota ci ha ormai abituato, la Società Rimini FC comunica di sospendere la rincorsa ad una iscrizione che possa poi essere mancante di elementi strutturali per la sua validità.

Aver provato in modo corretto dal punto di vista professionale e

soprattuto sostenibile a raggiungere un obbiettivo prefissato, sarà

sicuramente un buono stimolo per partecipare ad un campionato di serie D da protagonisti, cercando di conquistare la categoria direttamente sul campo.

< Articolo precedente Articolo successivo >