Luned́ 02 Agosto00:33:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, mister Simone Venturi guiderà l'Aglianese

Nella scorsa stagione ha allenato il Ghiviborgo e in passato Montevarchi, San Donato Tavarnelle e altre

Sport Rimini | 22:26 - 12 Luglio 2021 Da sinistra Simone Venturi e il presidente Gabriele Giusti Da sinistra Simone Venturi e il presidente Gabriele Giusti.

Nella giornata oltre al Forlì un altro club ufficializza il proprio allenatore. Si tratta dell'Aglianese, la squadra vincitrice dei playoff, che ha ingaggiato - come anticipato da Altarimini.it - Simone Venturi. Venturi ha concluso nelle scorse settimane il proprio rapporto con il Ghiviborgo, condotto ad una splendida salvezza nella stagione da poco conclusa.

Nato a Viareggio nel 1971, dopo una carriera da giocatore costellata da numerose presenze tra i professionisti ha esordito come allenatore nelle giovanili del Livorno. Ha poi allenato numerose società toscane di Serie D: Jolly Montemurlo, Fortis Juventus,Montecatini, Ghiviborgo Aquila Montevarchi e San Donato Tavarnelle.

Il neo tecnico torna in neroverde molti anni dopo l’esperienza da calciatore: «L’Aglianese è una realtà consolidata non solo a livello toscano ma in ottica nazionale – ha spiegato Venturi – per me rappresenta una sorta di chiusura del cerchio, qui ho fatto il settore giovanile e ho militato nella seconda parte della mia carriera da calciatore».

I tanti anni lontani da Agliana non hanno però mutato gli obiettivi del tecnico: «Adesso sono qui in veste di allenatore, ma le intenzioni rimangono sempre le stesse – ha proseguito il tecnico – voglio ottenere il massimo prima da me stesso e poi dai giocatori che avrò a disposizione. Cercherò di proporre i miei principi di gioco e la mia interpretazione del calcio provando sempre a migliorarmi e ad alzare l’asticella».

Sarà un campionato particolare, arricchito da molte nobili decadute dalla Serie C: «Penso che sarà un’annata molto affascinante. Affrontare società come Arezzo, Lucchese o Siena rappresenta uno stimolo in più, sono piazze che vantano anche un massiccio supporto del pubblico. Per noi – ha concluso l’allenatore – sarà un impegno molto ostico e credo che il livello del campionato sarà piuttosto livellato verso i piani alti. Anche avere tre società come Aglianese, Pistoiese e Prato nello stesso girone sarebbe molto affascinante».

< Articolo precedente Articolo successivo >