Lunedý 02 Agosto19:51:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alberi tagliati al parco della Cava di Rimini, protestano i residenti

Quattro alberi saranno abbattuti per lavori legati alle tubazioni, ma c'è preoccupazione per i lavori della ciclabile

Attualità Rimini | 13:58 - 10 Luglio 2021 Gli alberi che saranno tagliati al parco della Cava Gli alberi che saranno tagliati al parco della Cava.

Un gruppo di cittadini riminesi, residenti nei pressi del parco della Cava, protestano contro l'amministrazione comunale di Rimini. Lamentano infatti che a breve verranno abbattuti degli alberi per fare passare delle tubazioni (sono già stati contrassegnati per il taglio, spiegano), ma il timore è che non siano gli unici. Altri alberi infatti rischiano di essere tagliati con i lavori per la pista ciclabile connessa alla rotonda tra la Statale Adriatica e la Consolare per San Marino.

LA LETTERA DEI CITTADINI 

Gentile redazione,

siamo un gruppo di cittadini di Rimini residenti nella zona del Parco della Cava e scriviamo per far conoscere all'opinione pubblica una situazione che crediamo indignerà la città

Abbiamo potuto renderci conto di come alcune attività avviate dall'amministrazione comunale mettano a rischio la vita degli alberi, alcuni di grandi dimensioni

Queste attività sono il passaggio di tubazioni (tubazioni del gas, linee telefoniche o altro) e successivamente la pista ciclabile legata alla creazione della grande rotonda tra la Statale Adriatica e la Consolare per San Marino

In vista degli scavi sono già stati contrassegnati alcuni alberi destinati all'abbattimento e, alla richiesta di chiarimenti, le persone che li avevano segnati hanno dimostrato totale disinteresse nei confronti del parco. Infatti anche se sembra evidente che la linea degli scavi potrebbe essere modificata senza provocare danni, il percorso scelto non si cura minimamente delle conseguenze

Sappiamo che anche in altre parti della città l'amministrazione procede in modo simile a questo. La giustificazione è che non si sarebbe potuto fare altrimenti o che il problema è, addirittura, la condizione stessa degli alberi. Quello che sta per accadere qui è la dimostrazione che la logica sottesa a questo modo di procedere è tutt'altra

Se in un parco dove tubi o piste ciclabili potrebbero davvero passare ovunque si opera in questo modo, è evidente il totale disprezzo del territorio e dei cittadini da parte di chi lo amministra. Se in un parco pubblico si decide per l'abbattimento anche se costerebbe ben poco (forse niente) scegliere in modo ecologico si comprende la logica che ci sta sotto. Distruggere invece di preservare

Viene sbandierato un motivo per gli abbattimenti, ma quello reale sembra essere che chi amministra spadroneggia e non vuole prendere decisioni giuste. Qui nel Parco della Cava, il più bello di Rimini, ne abbiamo la prova!

Se poi per un paio di tubi accade questo, cosa potrà succedere per la pista ciclabile? I personaggi all'opera nel parco in questo giorni hanno già minacciato uno scempio dei "vostri cari alberi" come li hanno apostrofati. Abbiamo davvero paura che verrà tracciato un percorso che creerà devastazione.

"Rimini deve fare Rimini" si sente dire spesso ai piani alti della nostra città? D'accordo, magari l'elaborazione un pensiero più complesso richiederebbe troppa energia mentale, ma gli alberi non sono ombrelloni e i parchi non sono la spiaggia. 


I CITTADINI FIRMATARI


Baldinini Olga

Chiarabini Gemma

Delbianco Carmen

De Silvestri Moreno

Mennone Giosuè

Mondaini Elisa

Morri Ugo

Panigalli Christian

Rocchi Denis

Sacanna Roberto

Tamagnini Loretta

Zilli Francesca

 

< Articolo precedente Articolo successivo >