Domenica 14 Agosto15:53:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini ricorda lo storico Amedeo Montemaggi a dieci anni dalla scomparsa

L'assessore Piscaglia: "Ricordo le chiacchierate con lui, vere lezioni sulle colline di Montecieco"

Attualità Rimini | 14:55 - 08 Luglio 2021 Amedeo Montemaggi (foto dal sito del comune di Gemmano) Amedeo Montemaggi (foto dal sito del comune di Gemmano).

Il comune di Rimini ricorda lo storico Amadeo Montemaggi, scomparso dieci anni fa, il 10 luglio del 2011. Lo fa attraverso una nota dell'assessore alla cultura Giampiero Piscaglia, che cita le parole di Sergio Zavoli, all'indomani della morte di Montemaggi, definito "Storico di rango e scrupoloso cronista della ricostruzione post bellica riminese".  Sono stati 15 i libri con cui lo studioso, originario di Borgo San Giuliano, luogo in cui si trova una targa commemorativa, ha raccontato e approfondito le vicende della Seconda Guerra Mondiale legate alla Linea Gotica, oggetto anche di una mostra nel 1979. Ma oltre alle testimonianze e ai lavori di ricerca lasciati su carta, ci sono le tante chiacchierate con i riminesi. "Vere lezioni all'aperto sulle colline di Montecieco, dove indicando luoghi, nome e avvenimenti, faceva capire che straordinario e tragico corso aveva preso la storia, scolpendo fatti indelebili sulla nostra terra", racconta Piscaglia. A Montemaggi si deve anche la ricerca e l'acquisizione della documentazione fotografica dell'Imperial War Museum di Londra, materiale tuttora presente nella Biblioteca Gambalunga e a disposizione di tutt,i nella parte della documentazione sulla guerra a Rimini. "Se oggi Rimini ha un patrimonio identitario sui fatti della Seconda guerra mondiale lo si deve soprattutto al suo infaticabile ed appassionato lavoro", chiosa l'assessore Piscaglia.

< Articolo precedente Articolo successivo >