Martedý 27 Luglio03:48:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scuola: Fratelli d'Italia, "non discriminare gli studenti non vaccinati"

"La didattica a distanza resta un palliativo"

Attualità Rimini | 16:30 - 07 Luglio 2021 Scuola: Fratelli d'Italia, "non discriminare gli studenti non vaccinati"

"E' inaccettabile discriminare gli studenti non vaccinati". Fratelli d'Italia attacca l'assessore regionale alla sanità dell'Emilia-Romagna che nei giorni scorsi ha posto il tema del rapporto fra la didattica in presenza e i vaccini per gli studenti. I consiglieri Marco Lisei e Michele Barcaiuolo hanno infatti presentato un'interrogazione che definisce quella della Regione una politica "che crea inaccettabili discriminazioni fra gli studenti, penalizzando ingiustificatamente quelli non vaccinati rispetto a quelli vaccinati". "I comitati aderenti alla Rete nazionale scuola in presenza - dicono gli esponenti di Fdi - hanno presentato una diffida formale alla Regione Emilia-Romagna, chiedendo l'immediata pubblica ritrattazione di ogni dichiarazione allarmistica e illegittima che discrimini gli studenti non vaccinati rispetto a quelli vaccinati" .

La didattica a distanza, concludono, "importante e necessaria risorsa durante l'emergenza sanitaria, rappresenta comunque un palliativo che non può certamente sostituire la qualità dell'offerta formativa erogata dalla scuola in presenza, che dovrebbe essere garantita a tutti"

 

< Articolo precedente Articolo successivo >