Venerdý 30 Luglio15:42:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, il camp Juventus al Garden: gran parte degli 80 partecipanti da fuori regione

Un successo la seconda edizione. Sapucci: "Sport e turismo è un binomio su cui puntiamo"

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 18:30 - 02 Luglio 2021 Gli allenatori della Juventus Academy al Garden e al centro con Valter Sapucci Gli allenatori della Juventus Academy al Garden e al centro con Valter Sapucci.



Grande successo e partecipazione di ragazzi per il secondo Juventus Summer Camp organizzato nella settimana dal 28 al 2 luglio dal Garden nella sua struttura tornata funzionare a pieno regime. In campo sono scesi 80 bambini/ragazzi – dai 6 ai 17 anni – in gran parte provenienti da fuori regione per abbinare nel migliore dei modi la vacanza al calcio. A dirigere il camp Lorenzo Grossi (Juventus Academy area manager) con la squadra di allenatori e istruttori: Fabio Cuccinello (Under 10), Giuseppe Cedro (Attività di Base), Luca Spendolini, David Barani, Alex Ruffaldi, Filippo Masini - tutti del progetto Juventus Academy National e International -  i quali hanno tenuto impegnati i ragazzi secondo i principi della scuola Juventus fatti di divertimento e tanta tecnica negli allenamenti programmati con un doppio turno mattina e pomeriggio.

Diverse le attività svolte a seconda dell’età dei partecipanti e tutti sono scesi in campo con il kit ufficiale Juventus composto da maglia prima squadra, pantaloncini e calzettoni.
“Siamo molto soddisfatti perché anche in questi due anni difficili abbiamo potuto avvalerci della collaborazione continua in termini di formazione dei tecnici, di aggiornamenti sia per la parte tecnica sia l’area psicologico e quella più sportiva. E all’interno di questa collaborazione la ciliegina sulla torta è stato il camp alla sua seconda edizione di una collaborazione che ci rende sempre più orgogliosi - commenta Valter Sapucci, il responsabile della Scuola Calcio Garden - è per noi un orgoglio e un prestigio poterci affiancare ad una società così importante”.

Sapucci sottolinea che 70 degli 80 partecipanti provengono da regioni differenti. “La vocazione del Garden è la sport a 360 gradi e legare l’attività al turismo è cosa su cui ragioneremo con Juventus a fine stagione per potenziare la collaborazione che è prevalentemente tecnica e che ci sta dando tanto”.

 

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >