Marted́ 03 Agosto00:45:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovanni Molari eletto Magnifico Rettore dell'Università di Bologna

Il neo Rettore ha legami riminesi: la famiglia del padre era originaria della Valmarecchia

Attualità Emilia Romagna | 08:54 - 01 Luglio 2021 Giovanni Molari - Foto dal profilo Facebook Giovanni Molari - Foto dal profilo Facebook.

Giovanni Molari, bolognese di nascita ma con legami riminesi, è il nuovo Magnifico Rettore dell'Università di Bologna. Molari, 47 anni, è docente di Meccanica agraria, direttore del Dipartimento di scienze e tecnologie agro-alimentari dal 2018. 
La famiglia del padre risiedeva in Valmarecchia, mentre quella della madre è originaria delle colline della provincia di Forlì.

"Sono profondamente grato a chi mi ha accordato la sua fiducia" scrive Molari su Facebook "prometto che farò tutto ciò che mi è possibile per esserne all’altezza, ogni giorno, per i prossimi sei anni. Non sono meno grato a chi, scegliendo diversamente, ha garantito un ampio confronto fra idee diverse: questo dibattito è quanto ci si attende da una grande comunità democratica, nella quale le scelte si compiono con libertà e autonomia."


Giovanni Molari è un uomo di scienza, capace di costruire un importante percorso accademico all’interno degli Atenei dell’Emilia-Romagna: a lui vanno i più sinceri complimenti per l’elezione a Magnifico Rettore dell’Università di Bologna e gli auguri di buon lavoro”.

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale all’Università, Paola Salomoni, si congratulano con Giovanni Molari.


L’Alma Mater è una eccellenza dell’Italia e del mondo, il fiore all’occhiello di un sistema regionale che dialoga con il mondo delle imprese e che ha messo la ricerca, la formazione e le competenze al centro del proprio futuro, a partire dal nuovo Patto per il Lavoro e per il Clima- proseguono Bonaccini e Salomoni-. Siamo sempre a disposizione del mondo dell’Università e siamo certi che anche con il professor Molari ci sarà modo di collaborare per garantire da una parte il pieno diritto allo studio agli studenti, dall’altra opportunità di ricerca sempre più avanzate al mondo accademico”.

Le nostre congratulazioni vanno anche alla professoressa Giusella Finocchiaro, che ha raccolto consensi importanti in tutto l’ambito accademico. E che continua a essere una risorsa importante per l’Alma Mater e per tutta l’Emilia-Romagna”.

Vogliamo infine ringraziare di cuore il rettore Francesco Ubertini, che rimane comunque in carica nei prossimi mesi, col quale in questi anni abbiamo condiviso tanti progetti e iniziative, con sempre l’obiettivo condiviso di rendere accessibili saperi e conoscenze, per i giovani e l’intero sistema regionale”, chiudono Bonaccini e Salomoni.

< Articolo precedente Articolo successivo >