Sabato 24 Luglio01:55:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione compie 100 anni: ecco logo, francobollo e un inedito palinsesto

Preview con ‘La Riccionesa’, rassegna con ospiti e presentazioni

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Riccione | 15:19 - 24 Giugno 2021 Davide Rondoni, l'assessora Battarra e il designer Stefano Tonti Davide Rondoni, l'assessora Battarra e il designer Stefano Tonti.

Di Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

 

Un logo, identitario, esaustivo, creativo ed espressione dell’idea di comunità e di continuità tra passato e futuro: da qui partono le celebrazioni per il centenario della città di Riccione, un inedito palinsesto di rassegne, incontri, progetti editoriali, percorsi espositivi in cui saranno coinvolti artisti, ricercatori, associazioni, con la partecipazione di tutta la città, perché “è il centenario di tutta la città di Riccione, non dell’amministrazione – afferma il sindaco Renata Tosi -. Una città contraddistinta, dai suoi albori ad oggi, da gente che si rimbocca la maniche di fronte alle avversità, da gente laboriosa e di ingegno, cordiale e sempre con il sorriso sulle labbra che ha fatto dell’accoglienza ai suoi ospiti il suo principale biglietto da visita”.


IL LOGO


Una luna e un sole che sorge dal mare, perché a Riccione il sole fa capolino dal blu, una dualità di  realtà che qui convivono, il giorno la notte, il ciclo della vita, l’accoglienza: tanti simboli nel logo affidato allo studio grafico di Stefano Tonti che vi ha saputo cogliere il “brand identity”. “Una visione legata al ‘genius loci’ immateriale che caratterizza la città nell’immaginario collettivo, vocata all’incontro e all’andare incontro con fiducia verso il domani”, ha spiegato Tonti. Alla proposta, scelta tra 5 studi grafici del territorio, è stato riconosciuto un premio di 5.000 euro, logo che verrà acquisito al patrimonio del Comune di Riccione divenendo titolare di tutti i diritti esclusivi di utilizzazione economica, riproduzione, registrazione, deposito e pubblicazione.


INCONTRO AL DOMANI


Per le celebrazioni era stato istituito un comitato scientifico ed organizzatore, alla guida dell’Assessora Alessandra Battarra. Da allora Villa Franceschi è divenuto il quartier generale per il centenario: qui ogni cittadino ha potuto fornire i propri contributi in termini di idee, ma anche portando documenti e fotografie sulla storia della città. E chiunque potrà continuare a farlo perché il programma, lungo un anno, è “in fieri”, ha delle tappe ben precise e un fil rouge che verranno ad arricchirsi di nuovi momenti. “Il centenario sarà di tutta la città, così come la sede, luogo di rappresentanza  a cui è stato fatto un restyling di pensiero, dove sono convogliate proposte, idee, contributi – spiega l’assessora Battarra – e devo dire che è stata una grande soddisfazione accogliere e ricevere queste persone a dimostrazione di un profondo interesse nel raccontare Riccione, non in chiave nostalgica, ma con orgoglio e fierezza e con gli occhi, allo stesso tempo, puntati al futuro".

Tre punti di riferimento saranno la data di apertura e quella del termine: 19 ottobre 2021 e 19 ottobre 2022, oltre a “La Riccionese” una rassegna che durante le celebrazioni ospiterà personaggi, artisti, presentazioni.

La direzione artistica delle celebrazioni del Centenario dell’autonomia della città di Riccione, designata dal Comitato organizzatore, è stata a data al poeta e scrittore Davide Rondoni in qualità di curatore di iniziative di divulgazione sia didattica che storica. Rondoni che, tra le innumerevoli attività, cura rassegne culturali in varie località italiane e collabora come editorialista di testate nazionali, sarà responsabile della progettazione di iniziative e manifestazioni legati al Centenario.  “Credere che Riccione abbia solo cento anni è incredibile, la definisco la capitale della goduria, un luogo dell’anima dove godersi la vita non è 'durare tanto', ma 'dare un senso, avere un senso'”, spiega Rondoni.


IL FRANCOBOLLO


Per le celebrazioni della nascita del Comune è stata inviata formale richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico per l’emissione di un francobollo dedicato al Centenario di Riccione Comune autonomo 1922 – 2022. Richiesta frutto della consapevolezza che la fama di Riccione nell’immaginario collettivo di italiani e stranieri storicamente affezionati negli anni da legami forti e persistenti alla città, è la testimonianza della capacità di rinnovarsi e saper cogliere le trasformazioni di un modello turistico in continua evoluzione ma sempre con un’attenzione e rispetto alla sua storia e ai suoi protagonisti.


In audio le interviste a Renata Tosi, Sindaca di Riccione, Alessandra Battarra, Assessora delegata al Centenario e a Davide Rondoni, direttore artistico del Centenario

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >