Mercoledý 28 Luglio02:19:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, Tre Penne: presentato Maicon. Ma si attende l'ok per il suo tesseramento

Il veterano: 'Ho accettato questa sfida per passione e per l’amore che ho per il calcio'

Sport Repubblica San Marino | 21:11 - 23 Giugno 2021 Il presidente del Tre Penne Fabrizo Selva e Maicon Il presidente del Tre Penne Fabrizo Selva e Maicon.


 

Mercoledì pomeriggio nella sala conferenze del San Marino Stadium si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del terzino brasiliano Maicon, accompagnato dal presidente Fabrizio Selva.
“Prima di tutto ringrazio la FSGC per averci messo a disposizione lo Stadium – dice il numero uno del club . Per noi oggi si tratta di un giorno emozionante, abbiamo l’onore di avere nella nostra squadra un grande campione come Maicon, il cui curriculum calcistico è veramente prestigioso. Voglio ringraziarlo per aver scelto di indossare i nostri colori e di venire nella nostra Società per la doppia sfida europea, è un giocatore che può solo che aumentare il blasone del Tre Penne. Credo che la sua presenza possa dare grande lustro a tutto il movimento calcistico sammarinese. -conclude- La trattativa è stata possibile grazie allo splendido lavoro del nostro ds Maurizio Di Giuli e agli intermediari Simo Zaboul e Antonio Henrique De Jesus per aver collaborato e portato un grande campione sul Titano.”

Maicon incalzato dai vari giornalisti ha affermato:“Sono molto contento di essere qui, la società e i compagni mi hanno accolto con tanto entusiasmo sin da subito e voglio fare bene fino alla fine. Ho ricevuto tanti messaggi di in bocca al lupo dal gruppo storico del ‘Triplete’, mi hanno caricato veramente tanto.”

Le prime impressioni sul Tre Penne per Maicon sono state molto positive: “C’è un bell’ambiente e mi ha fatto una bella impressione, man mano che ci alleneremo avrò modo di conoscere meglio i miei compagni. Questa squadra ha un allenatore molto capace e preparato, credo che l’importante sia avere la giusta mentalità per affrontare questa partita e allenarsi con costanza. – conclude - Ho accettato questa sfida per passione e per l’amore che ho per il calcio, fino a che il mio corpo me lo permette sarò su un campo di calcio.”

“L’obiettivo – commenta Maicon- per queste due sfide è quello di fare bene e, perché no, replicare lo storico risultato del 9 luglio 2013 (vittoria contro lo Shirak in Champions League, ndr). Con tanto lavoro e voglia di fare bene e divertirci possiamo fare grandi cose”.
Ma il tesseramento di Maicon non è stato ancora perfezionato. Ci sarebbero dei problemi di ordine burocratico ma il presidente Selva resta convinto che verranno superati entro il 30 giugno prima di consegnare la lista definitiva alla Uefa.

< Articolo precedente Articolo successivo >