Venerd́ 30 Luglio05:35:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: nel 2020 scoperti 38 furbetti del reddito di cittadinanza, hanno intascato 450.000 euro

Sono 18 i datori di lavoro sanzionati per aver impiegato 101 lavoratori in modo illecito o irregolare, 41 in nero.

Cronaca Rimini | 13:44 - 23 Giugno 2021 Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini.

Tempo di bilanci per l'anno 2020 per la Guarda di Finanza di Rimini che ha impiegato oltre 2000 pattuglie per il controllo economico del territorio e per gli accertamenti sul rispetto delle normative anticovid. Quest'ultimi hanno riguardato 6000 persone, 200 quelle sanzionate, e 3000 esercizi commerciali, 25 quelli verbalizzati, con 6 provvedimenti di chiusura delle attività. Sono stati invece 215.000 i prodotti tra mascherine e gel igienizzanti non a norma sequestrati, con la denuncia di undici persone. Sul fronte della lotta allo spaccio di stupefacenti, cinque le denunce e 2 gli arresti; oltre 25 i kg di droga e 19.700 piantine di cannabis sequestrati. 

REATI TRIBUTARI E REDDITI DI CITTADINANZA Nel 2020 denunciate 85 persone per reati fiscali, 16 gli evasori totali individuati, 18 i datori di lavoro sanzionati per aver impiegato 101 lavoratori in modo illecito o irregolare, 41 in nero. Per ciò che concerne i controlli sull'erogazione del reddito di cittadinanza, 38 i "furbetti" individuati che hanno incassato contributi indebiti per oltre 450.000 euro. Trentotto invece le persone sanzionate per irregolarità in materia di indebita esenzione dei ticket sanitari. 

NORMATIVA ANTIMAFIA  In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 120 soggetti. Ammonta ad oltre 43 milioni di euro il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti all’Autorità Giudiziaria per il sequestro, mentre i provvedimenti di sequestro operati hanno raggiunto, rispettivamente, la quota di oltre 28 milioni di euro. Sono stati eseguiti 73 accertamenti a seguito di richieste pervenute dal Prefetto di Rimini, la maggior parte dei quali riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.  In materia di repressione del riciclaggio dei capitali illeciti sono state sviluppate 18 indagini di polizia giudiziaria, da cui è scaturita la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 18 persone per i reati di riciclaggio (6 persone) e auto-riciclaggio (12 persone). Il valore del riciclaggio e dell’auto-riciclaggio accertati si è attestato intorno agli 16,5 milioni di euro, mentre sono stati effettuati sequestri su ordine della magistratura per oltre 3 milioni di euro. 




 

< Articolo precedente Articolo successivo >