Sabato 31 Luglio13:51:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Federmoda Rimini chiede lo slittamento dei saldi di luglio

"Le imprese stanno ancora pesantemente facendo i conti con la mancanza di liquidità"

Attualità Rimini | 14:36 - 17 Giugno 2021 Federmoda Rimini chiede lo slittamento dei saldi di luglio

Federmoda della Provincia di Rimini è contraria all'apertura dei saldi il 3 luglio 2021. Gianmaria Zanzini, presidente provinciale, evidenzia che "vendere merce scontata in piena stagione in una città turistica come Rimini, non aiuta  le imprese che stanno ancora pesantemente facendo i conti con la mancanza di liquidità dopo i mesi di chiusura imposti dalla pandemia". Inoltre la merce nei negozi è arrivata tardi e pure  un clima più estivo, quindi le vendite sono partite la rilento. Far partire i saldi il 3 luglio significa danneggiare il commerciante al dettaglio. Federmoda chiede così un posticipo ad agosto, anche per non favorire le multinazionali "del fast fashion" e "i grandi brand che possono avere marginalità più ampie nei loro outlet fisici e negli store on-line, che attualmente non hanno regole". 
 

Zanzini si dice invece soddisfatto per il Decreto Sostegni Bis: tra le misure più significative per il settore  il credito d’imposta del 60% sui canoni di locazione per il periodo da gennaio a maggio 2021, "che permette alle imprese di recuperare un minimo di ossigeno e poter guardare con più fiducia al futuro", ma anche "il credito d’imposta del 30% per due annualità, il 2020 e il 2021, sulle eccedenze di magazzino, che consentirà agli operatori di essere sgravati almeno in parte dal costo dei capi invenduti e potrà ridare vitalità all’intera filiera". Plauso anche per i nuovi parametri relativi al calcolo della perdita dei fatturati: "ora meccanismi più aderenti alle realtà del nostro settore sia nei tempi, considerando i cali dall’aprile del 2020, sia nei modi, e quindi valutando le flessioni di almeno il 30% nei fatturati medi mensili o ancora meglio le effettive perdite di utile nel periodo tra il 2020 e il 2019".
 

< Articolo precedente Articolo successivo >