Sabato 19 Giugno23:24:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Maltrattati in casa di riposo: assolto il presunto violentatore, due operatori condannati

La pubblica accusa aveva chiesto per un 70enne quasi 6 anni di pena, ma l'uomo è stato assolto

Cronaca Gabicce Mare | 15:30 - 08 Giugno 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Si è concluso il processo, con rito abbreviato, che vedeva imputati tre operatori di una casa di riposo di Montescudo Monte Colombo, accusati di maltrattamenti e lesioni nei confronti degli anziani ospiti della struttura, fatti risalenti al 2016. A fronte di una richiesta della pubblica accusa di 5 anni e 8 mesi, un 70enne residente in Valconca, difeso dall'avvocato Massimiliano Orrù, è stato assolto dal giudice Benedetta Vitolo. L'uomo, diversamente dagli altri due imputati, doveva rispondere anche di violenza sessuale, per presunti palpeggiamenti verso una donna ultranovantenne, in base alle immagini riprese dai Carabinieri. Nella fase delle indagini il sostituto procuratore Bonetti si vide così respinta una richiesta di misura cautelare nei confronti del 70enne proprio perché il gip di turno considerò quei gesti non molestie, ma movimenti durante la sostituzione di un pannolone. 

Condannati invece gli altri due imputati a 2 anni (con pena sospesa), sempre difesi dall'avvocato Orrù: la pubblica accusa aveva chiesto 4 anni. Si tratta di due riminesi, una donna di 56 anni e un uomo di 60 anni. A fare emergere maltrattamenti fisici compiuti dagli operatori erano state alcune testimonianze, mentre le telecamere nascoste avevano evidenziato un modus operandi fatto di gesti ed espressioni volgari, con battute pesanti nei confronti degli anziani.

 




 

< Articolo precedente Articolo successivo >