Domenica 13 Giugno18:30:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Previsioni di maltempo e vacanze: ecco come comportarsi per evitare sorprese

Evitare le app automatiche, leggere previsioni di un previsore meteo che conosce il territorio, previsioni scritte e non icone

Attualità Rimini | 21:27 - 07 Giugno 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


di Federico Antonioli

Le previsioni meteorologiche e il turismo, un connubio non sempre idilliaco, specialmente quando la giornata al mare “salta” a causa di una previsione di maltempo.

Vediamo quindi come informarci al meglio per trascorrere delle serene vacanze.

Partiamo dal presupposto che oramai siamo quasi meteo-dipendenti, tanto che se non riusciamo a conoscere che tempo farà nella nostra località con precisione chilometrica ed oraria, non siamo contenti.

Questo è sicuramente dovuto al proliferare di previsioni meteo sul web, molte delle quali di dubbia validità, sia a causa della grande diffusione di app per smartphone con previsioni automatiche, triorarie, a 10-15 giorni di distanza.

Fatta questa premessa, ecco una serie di consigli utili per poter capire di quali previsioni fidarsi.

-Previsioni scritte: sono sicuramente più faticose da leggere rispetto ad una banale icona, ma possono contenere informazioni preziose. Naturalmente parlo di previsioni scritte a mano, non testi automatici!

-Linguaggio curato: previsioni che presentano un linguaggio asciutto e ponderato, privo di toni sensazionalistici, di ‘’annunci’’, articoli che evitano di infilare a tutti i costi parole come ‘’eccezionale’’, ‘’sensazionale’’ o simili. In caso contrario, potreste trovarvi a leggere un prodotto ad arte per cercare lo ‘’scoop’’

-Uomo vs. Computer: le previsioni elaborate a mano da un previsore meteo, che analizza i modelli fisico-matematici, conosce il territorio, ricorre alle sue competenze e alla sua esperienza, sono più affidabili di quelle automatiche. Queste difatti sono il mero risultato di un calcolatore, senza che tale risultato sia verificato.

Appare quindi evidente che affidarsi ad app automatiche, che pretendono di fornire orari e chilometri, sia altamente controproducente. Così come seguire chi utilizza termini folcloristici, la serietà si mostra anche attraverso la curata scelta delle parole.

Inoltre è bene tenere a mente che le previsioni hanno un respiro di 3-4 giorni; fino a 7-10 giorni si possono avere tendenze generali, ma senza addentrarsi nei dettagli. Per cui non vi è motivo di pretendere di sapere che tempo farà tra 2 settimane. Allo stesso modo, è scientificamente impossibile attribuire un orario all’atmosfera. Per cui va bene cercare di individuare fasce temporali tipo prima\tarda mattina\sera e via dicendo, ma non certo indicare pioggia alle 20 o temporale alle 16.

Da qui il mio invito, viste anche le frequenti “polemiche” che si leggono, e siamo solo a inizio giugno. Via le app e utilizzate previsioni serie per pianificare le attività, tenendo sempre a mente che si tratta di previsioni e non di certezze. La certezza meteorologica non potrà darvela mai nessuno. E l’invito è esteso anche a tutti coloro che possiedono hotel, ristoranti, locali e spiagge, è sempre bene puntare a previsioni di qualità e se necessario, affidarsi a chi fornisce servizi dedicati, piuttosto che scommettere sulla prima applicazione presente sull’app store.

Qui le previsioni dettagliate per Rimini
 


 

< Articolo precedente Articolo successivo >