Venerdý 18 Giugno07:07:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Una città accessibile a tutti: studenti di Santarcangelo a lezione di accoglienza

Si è concluso con le premiazioni il percorso formativo per gli alunni della scuola media

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:04 - 07 Giugno 2021 Santarcangelo Santarcangelo.


Si è concluso venerdì 4 giugno con la premiazione dei migliori disegni realizzati dagli studenti, il percorso “Rispettiamo l’accessibilità di tutti” promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con la scuola media Franchini nell’ambito del progetto “Santarcangelo Accogliente”.

Il percorso ha preso avvio nelle scorse settimane con lezioni e momenti di riflessione dedicati al tema delle barriere architettoniche tenute dalle professoresse Susi Domeniconi e Silvia Brandi, a cui si sono aggiunti anche un incontro sul tema dello sport inclusivo e diversi sopralluoghi nel Capoluogo.

A metà maggio dieci classi di seconda e terza hanno infatti incontrato in videoconferenza due atleti della ASD Riviera Basket, Mirco Acquarelli e Antonio D’Aietti, che hanno raccontato ai ragazzi come hanno dovuto affrontare la loro disabilità, le difficoltà iniziali nell'accettare la loro nuova condizione fisica e come sono riusciti a farsi una nuova vita ponendosi nuovi obiettivi da raggiungere, anche attraverso l’attività sportiva. La squadra di pallacanestro in carrozzina di Riviera Basket da diversi anni promuove anche la sensibilizzazione verso la disabilità nelle scuole e nelle università.

Dal 18 al 22 maggio, invece, gli studenti delle classi seconde e terze della succursale Saffi sono andati alla scoperta delle barriere architettoniche della città accompagnati dal vicesindaco Pamela Fussi. Nel corso dei sopralluoghi, i ragazzi hanno appreso la differenza tra le barriere architettoniche permanenti e temporanee, come quelle causate da un’auto parcheggiata davanti a una rampa di un marciapiede, le difficoltà di adeguare gli spazi e i luoghi storici con le esigenze odierne, l’importanza di rendere accessibile e vivibile la città, rendendola a misura di qualsiasi tipo di necessità speciale.

Il percorso formativo e partecipativo si è infine concluso venerdì 4 giugno: quindici i disegni premiati realizzati da studenti e studentesse delle classi seconde che avevano il compito di illustrare le barriere architettoniche incontrate nel percorso casa-scuola, diciannove, invece, i progetti premiati tra quelli dei ragazzi delle classi terze, che dovevano elaborare un logo per la campagna di sensibilizzazione di “Santarcangelo Accogliente”. All’incontro erano presenti le insegnanti della scuola Franchini che hanno collaborato al progetto, i tecnici del Comune e la dirigente scolastica Giovanna Frisoni che ha ringraziato le docenti. Il sindaco Parma e gli assessori presenti, che hanno consegnato gli attestati ai vincitori, si sono complimentate con i ragazzi e hanno ricordato l’importanza di proseguire con un percorso iniziato nel precedente mandato amministrativo con CitAbility, in grado di coinvolgere tutta la città in un cambio di paradigma rispetto alle tematiche dell’accessibilità. "Per rendere Santarcangelo realmente accogliente è necessario che ognuno faccia la propria parte per sensibilizzare e mantenere alta l’attenzione sul tema: dagli studenti agli operatori turistici e commerciali, dai professionisti ai pubblici esercizi, ognuno può contribuire a rendere la città sempre più accogliente e in grado di rispondere alle necessità di tutte le persone”, spiega l'amministrazione comunale.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >