Sabato 12 Giugno23:31:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Primavera 2021 più fredda della norma, maggio con deficit di piogge

L'analisi di Federico Antonioli (Centro Meteo Emilia Romagna)

Attualità Rimini | 19:19 - 04 Giugno 2021 Tramonto su Rimini Tramonto su Rimini.


L'estate meteorologica è iniziata con condizioni tipiche del periodo: sole e il primo caldo di stagione. Ma facciamo un passo indietro, per analizzare la primavera 2021.  Ne parliamo con Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna.

Federico, è stata una primavera più fresca del solito? 
"Sì, soprattutto se consideriamo il clima recente, 1991-2020. In base a questo riferimento, l'anomalia è attorno a -0,7°C, quindi un trimestre più freddo della norma. Mentre se prendiamo in considerazione il vecchio clima, 1961-1990, siamo perfettamente nella norma. Stiamo giusto in questi giorni lavorando al report trimestrale conclusivo, anzi, ne approfitto per ringraziare Elia Lombardi, presidente di Centro Meteo Emilia Romagna e Mattia Lanzi, uno dei nostri previsori, per il lavoro che stanno facendo, senza il quale non riuscirei a rilasciare questa intervista, quindi è giusto premiare il lavoro di tutto lo staff".

In particolare aprile 2021 è stato il più freddo dal 1997, Maggio invece? 
"Aprile sì, molto freddo, con un'anomalia di -1,9°C, il più freddo dal '97. Maggio ha chiuso con un'anomalia di -0,1°C, quindi siamo sulla norma del periodo". 

Quale è stato il giorno più freddo di maggio?

"Il 3 maggio, con temperature che hanno raggiunto a fatica i 10 gradi di massima".

A livello di precipitazioni invece come è andata a maggio? E nel trimestre primaverile
"Assolutamente molto male su tutta la linea. Maggio chiude con un deficit importante, attorno a -73%. Ma non era andata meglio nei mesi precedenti, -39% ad aprile e addirittura -92% a marzo. Ma questa assenza di piogge la dobbiamo ai patterns che ci hanno interessato nel trimestre. Ci sono state frequenti circolazioni depressionarie sull'Europa centro-settentrionale, le quali hanno veicolato sul bacino del mediterraneo intensi flussi sud-occidentali. Ecco spiegato, specialmente nel mese di maggio, il garbino molto frequente. Questa situazione porta la Romagna, e quindi anche il riminese, ad essere scarsamente interessato dalle piogge. Il garbino si comporta come il favonio alpino, è un vento di caduta che inibisce la formazione di precipitazioni e di nubi, a causa delle correnti più secche che esso porta".

Cosa dobbiamo aspettarci per questo mese di giugno e qual è invece la tendenza per l'estate?
"Il mese di giugno, pur essendo iniziato con il consolidamento di un campo di alta pressione sul bacino del Mediterraneo, vedrà una ripresa della variabilità da domenica 6 giugno, per l'effetto di flussi più instabili. L'alta pressione faticherà almeno fino a metà mese a riguadagnare campo. Ciò non significa che pioverà sempre, anzi tutt'altro, però in un contesto di questo tipo può essere più frequente instabilità ad evoluzione diurna, con rovesci e locali temporali in formazione sui rilievi. La brezza dovrebbe tenere i fenomeni abbastanza lontani dalla costa, ma basta un temporaneo indebolimento della medesima per vedere i piovaschi o rovesci sconfinare fin sul litorale. 

Le proiezioni stagionali sono prodotti sperimentali e non devono essere interpretate come una previsione a scala locale. Si riferiscono a porzioni più ampie del territorio, di conseguenza non possono essere usate per indicare dove e quando pioverà. Nel complesso però sembra probabile una stagione estiva con temperature non troppo lontane dalla norma, se non per temporanee e possibili ondate di calore. Le precipitazioni si stimano prossime o superiori alla media, ma ripeto, indicazione da prendere molto con le pinze, per ciò che può valere.

Il consiglio è sempre quello di rimanere aggiornati di frequente con i nostri bollettini, che forniscono indicazioni sui 3-4 giorni nel rispetto del rigore scientifico che la meteorologia richiede".


Tutti gli aggiornamenti, con un formato innovativo, son disponibili su  www.centrometeoemiliaromagna.com
Segui Centro Meteo Emilia Romagna su Facebook e Instagram
Iscriviti al canale Telegram


 

< Articolo precedente Articolo successivo >