Venerd́ 18 Giugno05:52:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Superbonus 110%, no per gli alberghi. Assessore regionale: "molto grave"

Corsini: "Ministro Garavaglia si attivi subito per risolvere situazione"

Attualità Rimini | 17:55 - 31 Maggio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

L'ipotesi di un no al 'Superbonus 110%' per le strutture ricettive rappresenterebbe "un fatto molto grave" per un comparto, come quello turistico, tra i più colpiti dall'emergenza coronavirus. Ne è convinto l'assessore al Turismo dell'Emilia-Romagna, Andrea Corsini, secondo cui occorre "che si attivi subito il ministro Garavaglia" in modo da affrontare e risolvere la questione. "Se il Governo avesse davvero fatto marcia indietro cancellando il 'Bonus 110%' per la ristrutturazione degli alberghi e delle strutture ricettive - osserva in una nota - sarebbe un fatto molto grave. Il turismo è un settore che è stato massacrato dalla pandemia e non può, in alcun modo, essere ancora penalizzato da decisioni incomprensibili. Se è vero che il settore è un driver fondamentale per la ripartenza - prosegue l'assessore regionale - in Emilia-Romagna contribuisce per il 14% al Pil regionale, allora bisogna agire su ogni leva per sostenerlo in questa fase delicata e il Bonus è uno strumento efficace per la competitività delle imprese, anche per rilanciare l'offerta nei mercati nazionali e internazionali". Al riguardo, puntualizza Corsini, "il Governo prenda esempio dall'Emilia-Romagna che ha investito la scorsa legislatura 50 milioni di euro per la riqualificazione alberghiera e proseguirà nell'attuale con nuove risorse". Ad ogni modo, argomenta ancora l'assessore emiliano-romagnolo, "siamo al fianco dei nostri lavoratori e operatori turistici e utilizzeremo tutti i canali possibili per far riparare questa decisione assurda. Lo ripeto, adesso è il momento di sostenere le nostre imprese, di dare, non di togliere. Ci attiveremo quindi subito per far reintegrare il Bonus - conclude Corsini e chiedo fin da ora al ministro Garavaglia di intervenire immediatamente per risolvere questa situazione". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >