Venerd́ 18 Giugno14:27:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: al via il Servizio Civile Universale. Comune utilizzerà cinque giovani

Le ragazze e i ragazzi presteranno servizio in biblioteca, nei musei e presso i Servizi sociali

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:19 - 28 Maggio 2021 In alto la sindaca Parma e lo staff biblioteca e musei, in basso i ragazzi del servizio civile 2021 In alto la sindaca Parma e lo staff biblioteca e musei, in basso i ragazzi del servizio civile 2021.

I cinque i ragazzi del Servizio civile universale 2020 che questa settimana hanno iniziato la loro attività presso la biblioteca, i musei e i Servizi sociali, nella mattinata di oggi (venerdì 28 maggio) sono stati accolti alla Baldini dalla sindaca Alice Parma per un breve momento di saluto.
 

Yuliya Berezytska (27 anni), Silvia Botteghi (25) e Andrea Sapigni (28) presteranno servizio in biblioteca con il progetto “Biblioteche: accesso e democrazia”: nel dettaglio, i ragazzi collaboreranno con gli operatori della Baldini nelle attività di informazione e consulenza sul patrimonio librario, di organizzazione di eventi culturali e di iniziative di alfabetizzazione digitale.
 

“Musei: un patrimonio da conoscere e condividere” è invece il progetto dei musei di Santarcangelo, elaborato insieme agli istituti di Rimini e Cattolica, per la realizzazione del quale è stata selezionata Lara Mosconi (26 anni) che collaborerà in attività per la valorizzazione del patrimonio museale, con una particolare attenzione alle iniziative culturali dedicate all'età giovanile e alle offerte didattiche per le scuole.

Alessia Lauria (23 anni) ha invece iniziato il Servizio civile presso i Servizi sociali di Santarcangelo con il progetto “Minori, futuro e benessere”: la sua attività si focalizzerà sulla realizzazione di percorsi di inclusione sociale per minori e le loro famiglie a rischio di marginalità sociale residenti nel territorio della Valmarecchia.
 

Nel fare i migliori auguri alle ragazze e ai ragazzi del Servizio civile, la sindaca Alice Parma li ha anche invitati a impegnarsi a portare il loro punto di vista, nuovo e giovane, all’Amministrazione comunale: “Proprio perché il valore del Servizio civile sta nell’arricchimento reciproco, vi invito a partecipare attivamente alla vita culturale e sociale della nostra città anche con le vostre idee. Dall’altra parte troverete un’Amministrazione pronta a sostenervi, ascoltarvi e accogliere proposte sicuramente originali e innovative, in particolare se servono a garantire benessere ed equità sociale e a valorizzare ancor di più la cultura della nostra città avvicinandola soprattutto ai giovani”.

< Articolo precedente Articolo successivo >