Domenica 20 Giugno00:31:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giocosport a San Giovanni, attività all'aria aperta per i bambini da 6 a 11 anni

Il progetto ha preso il via sabato 15 maggio

Attualità San Giovanni in Marignano | 14:58 - 27 Maggio 2021 Visita del sindaco Morelli al camp di Giocosport Visita del sindaco Morelli al camp di Giocosport.


Da sabato 15 Maggio ha preso il via a San Giovanni il progetto Giocosport proposto dalle Pari Opportunità della Provincia di Rimini che prevede laboratori gratuiti di attività motoria all’aperto, nel rispetto dei protocolli Covid, per bambine e bambini dai 6 agli 11 anni con l’obiettivo di promuovere la cultura del rispetto.

Obiettivo del progetto è quello di far giocare bambine e bambini, soprattutto in un momento così delicato e complesso, armonizzando e facilitando le relazioni e cercando di far comprendere ai bambini che lo sport è inclusivo e può essere praticato indistintamente, senza alcun tipo di distinzione di genere, razza o sesso. L’iniziativa è promossa all’interno di FemminilePlurale, progetto ideato dall’ Ufficio Pari Opportunità della Provincia di Rimini e realizzato con il sostegno della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con l’Associazione Sportiva U.I.S.P. Comitato territoriale di Rimini.

I DETTAGLI DEL PROGETTO Sono stati organizzati 4 incontri, suddivisi in due gruppi, per proporre attività all’aperto mirate che si svolgono una volta alla settimana con incontri da 1 ora e 30 minuti. L’ultima lezione sarà svolta insieme alle operatrici dei Centri Antiviolenza locali Chiama Chiama e Rompi il Silenzio che coordineranno un momento di confronto educativo con i bimbi.

Il sindaco Daniele Morelli, insieme alla vicesindaco Michela Bertuccioli e al consigliere comunale Carlotta Ruggeri, hanno portato nel corso del primo incontro i saluti e i ringraziamenti per questa preziosa opportunità, cogliendo questa bella occasione per incontrare nuovamente i bambini e le loro famiglie. Con loro anche Anna Pedoni, presidente dell’associazione Pacassoni che ha collaborato nelle adesioni al progetto grazie al rapporto continuo e sempre determinante con numerose famiglie marignanesi. 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >