Domenica 20 Giugno23:08:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, Rimini Bagnolese 2-2. Ricciardi: 'Nella ripresa siamo stati rinunciatari'

Il centrocampista: 'Subiamo gol alla stessa maniera'. Vuthaj: 'Prima i playoff, poi parlerò del mio futuro'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 20:05 - 23 Maggio 2021 Il gol del 2-1 di Vuthaj. In gallery Auregli battuto, l'esultanza di Vuthaj, Casolla spreca l'occasione del 3-2, Ricciardi in azione e la sua esultanza dopo il gol (foto Venturini) Il gol del 2-1 di Vuthaj. In gallery Auregli battuto, l'esultanza di Vuthaj, Casolla spreca l'occasione del 3-2, Ricciardi in azione e la sua esultanza dopo il gol (foto Venturini).

Luca Ricciardi, protagonista dalla bella rete del primo vantaggio del Rimini, analizza così la partita. “Nel primo tempo abbiamo abbiamo tenuto molto bene il campo, invece nel secondo tempo siamo stati sottotono, abbiamo fatto troppo poco per quello che possiamo fare e quando quando le partite non le giochi prima o poi prendi gol. Siamo stati troppo rinunciatari, abbiamo sbagliato troppe volte la scelta, siamo stati frettolosi, sono saltati gli schemi, ma tutto è accaduto troppo presto”.
Due volte rimontati...
“La prima volta dopo appena 30″ della ripresa, significa che a livello mentale siamo rimasti negli spogliatoi. E' una cosa sulla quale dobbiamo migliorare e andare avanti. Sul secondo non c’è stata una marcatura efficace. Sono errori che purtroppo ci portiamo dietro dall’inizio, abbiamo subito diversi gol in questa maniera. Quando capita più volte cme a noi significa che dobbiamo lavorare. Solo il lavoro paga”.
La strada dei playoff si complica...
“ Per i playoff dobbiamo pensare partita dopo partita. Se pareggi con la Bagnolese è dura, le partite bisogna vincerle per fare i play off. E' la sesta partita senza vittorie. La pecca di quest’anno è la continuità. L’impegno c’è, forse ne dobbiamo mettere di più”.
Anche Dardan Vuthaj, ornato al gol dopo un periodo di digiuno, è dispiaciuto: “E pensare che dopo il 2-1 avevo visto la Bagnolese  mentalmente in difficoltà, giù di morale; invece ha reagito ed è riuscita a pareggiare. Purtroppo ci sono dei limiti che ci portiamo dietro dall’inizio dell’anno: subiamo gol alla stessa maniera e questo fa venire il nervoso. Bisogna reagire e anadre più forte”.
Sulla prestazione dice: “l'impegno non manca; nel primo tempo abbiamo giocato, nel secondo dopo il gol abbiamo rinunciato a giocare e questo non deve succedere perchè quando giochiamo abbiamo la conclusione facile. Se invece subiamo il gioco dell'avversario diventa tutto più difficile”.
Ha già parlato con la società del futuro?
“E' ancora presto. Adesso pensiamo iper prima cosa ad assicurarci i playoff, dobbiamo lottare fino alla fine e raggiungerli a tutti i costi".

ste.fe.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >