Sabato 19 Giugno11:31:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B femminile, Ren-Auto vincente sul Senigallia (63-59): viaggia al quarto posto

Coach Rossi: 'Brava la mia squadra, la partita era difficile. La salvezza è vicina'

Sport Rimini | 00:17 - 23 Maggio 2021 Basket B femminile, Ren-Auto vincente sul Senigallia (63-59): viaggia al quarto posto

Col successo sul Basket 2000 Senigallia nell'ultima giornata di andata della seconda fase del campionato femminile di Serie B, la Ren-Auto centra il quarto posto in classifica.

Coach Rossi sceglie un quintetto composto da: Novelli, Capucci, Pignieri, Eleonora e Noemi Duca.

Buonissimo avvio delle rosanero (10-0),

Il Basket 2000 si mette in partita con due giocate consecutive di Chahrour Gonzales, poi trova anche la tripla per il controparziale di 7-0: 10-7 a metà quarto. Sul ribaltamento di fronte anche Lazzarini trova il canestro pesante che rimette due possessi tra le squadre, 13-7.

La Ren-Auto continua a lavorare bene sia con le rotazioni difensive, che trovando buoni tiri con una circolazione di palla efficace contro la 2-3 delle ospiti.  Ottimo l'impatto di Borsetti che mette 5 punti nei minuti finali.

Al primo intervallo le rosanero sono avanti 21-12: primo quarto divertente, veloce e ben giocato, probabilmente il migliore della stagione.

Al rientro in campo, dopo un altro canestro di Pignieri, le ospiti cambiano marcia e trovano un pesantissimo parziale di 9-0 che riapre completamente la partita, 23-21. A meno di 4' dall'intervallo Novelli segna una tripla pesantissima che riporta l'Happy sul +5, 28-23.  

L'intensità aumenta tangibilmente e, dopo un paio di azioni confuse, con fischi contestati da ambo la parti, da una transizione, nata dall'ennesima ottima rotazione difensiva, Eleonora Duca trova il gioco da tre punti del 33-28 con 2'48" sul cronometro.

Ancora una gladiatoria Borsetti e Novelli dalla lunetta mettono i punti con cui la Ren-Auto consolida il +7 all'intervallo, 36-29.

Il primo canestro della ripresa lo segna Capucci in contropiede, innescato da un gran palla rubata in difesa.

Ancora Capucci, a secco nel primo tempo, segna la tripla del  41-31. C'è grande differenza di intensità in questa fase della gara: le rosanero non solo giocano bene, ma si buttano su tutti i palloni vaganti, corrono e segnano. A metà quarto Eleonora Duca realizza il libero del 47-33.

Non segna più nessuno per un paio di minuti, poi Senigallia torna in partita con un parziale improvviso di 9-0, costruito grazia ai tanti viaggi in lunetta ben sfruttati: 47-42 a meno di 1' dall'ultima pausa.

Altri due liberi del Basket 2000 e sulla sirena tra le due squadre è rimasto un solo possesso, 47-44. Che l'inerzia sia completamente cambiata diventa evidente nel primo minuto dell'ultima frazione: prima Senigallia trova da distanza siderale con Sordi la tripla del pareggio, poi Chahrour Gonzales ruba palla e in contropiede realizza il canestro del primo vantaggio ospite dell'incontro, 47-49. Diventano così provvidenziali due iniziative di capitan Novelli: tripla del nuovo vantaggio e 1/2 dalla lunetta per il 51-49.

Ancora Novelli conduce alla perfezione una transizione che La Forgia trasforma in un gioco da tre punti: 55-49 a metà quarto. Senigallia non molla e resta a contatto grazie ai liberi. A 4'05" dalla fine un episodio controverso: il gioco riprende ma il cronometro non parte; a fine azione, dopo lungo conciliabolo, al tavolo gli arbitri decidono di fissare a 3'40" i minuti rimasti. Senigallia contesta la decisione, sostenendo che il tempo rimasto sia superiore di una ventina di secondi; le proteste non si placano e gli arbitri comminano un tecnico alla panchina.Novelli realizza il libero.

Con poco più di 2' da giocare la Ren-Auto si incarta in attacco, ma Eleonora Duca trova la giocata estemporanea e realizza dal gomito il jumper del 59-54 allo scadere dei 24". Mancano 39" la Ren-Auto ha l'opportunità di chiudere la partita, sbaglia il tiro, ma ottiene una rimessa sotto canestro con 3" sul cronometro dei 24": La Forgia si smarca bene e riceve in ottima posizione, subendo fallo; 1/2 dalla lunetta per il +4, 61-57.

Senigallia cerca il tiro veloce e trova il -2 ancora con Chahrour Gonzales quando mancano meno di 10"; sulla rimessa però la Ren-Auto è brava a superare la pressione e così Noemi Duca può appoggiare in totale solitudine il canestro della vittoria, praticamente sulla sirena. Finisce 63-59, ma Senigallia presenterà ricorso.

IL TECNICO «Brave perché la partita era difficile - attacca coach Rossi -: Senigallia è una buonissima squadra con giocatrici anche di livello superiore e una classifica non veritiera. Siamo state in controllo fino all'ultimo quarto, poi ho rischiato accorciando le rotazioni e questo ci ha creato qualche problema nel finale. Capucci e Noemi Duca in attacco ci hanno guidato fino ad oggi, stasera non erano in vena offensiva ma hanno dato un contributo fondamentale in difesa; a maggior ragione complimenti alla squadra per aver segnato 63 punti in una serata no delle nostre migliori marcatrici. Nel primo tempo, quando eravamo fresche, abbiamo fatto le cose migliori; alla fine ci siamo un po' complicate la vita da sole, ma, nonostante le triple di Sordi, la zona 2-3 ha funzionato e ci ha dato fiducia per la fine. Con 10 punti non abbiamo la salvezza matematica, ma credo che il traguardo sia vicino. Non era facile tenere la concentrazione in una stagione di questo tipo, le ragazze sono state molto brave; nel girone di ritorno proveremo a toglierci qualche soddisfazione, cercando di dare filo da torcere a tutte le nostre avversarie».

La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 29 maggio, alle ore 20.30, per la gara con le Basket Girls Ancona.

Il tabellino

REN-AUTO - Basket 2000 63-59

REN-AUTO: Novelli 19, La Forgia 4, Duca E. 10, Pignieri 9, Duca N. 3, Farinello, Borsetti 7, Capucci 7, Castellani, Lazzarini 4, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi

Basket 2000: Cattalani, Amedei 1, Bernardi, Sordi 22, Formica, Minarelli, Lazzari, Bonacci, Angeletti 4, Nobili, Ceccanti 6, Chahrour Gonzales 26, Novelli. All. Santini

Arbitri: Zanetti e Puliti

PARZIALI: 21-12; 15-17; 11-15; 16-15

< Articolo precedente Articolo successivo >