Domenica 20 Giugno23:51:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, la giunta Parma: "bilancio in ordine, avanzo superiore al milione"

"Pronti per nuovi investimenti", ha spiegato l'assessore Zagnoli in consiglio comunale

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:34 - 19 Maggio 2021 Santarcangelo, la giunta Parma: "bilancio in ordine, avanzo superiore al milione"


Nel consiglio comunale di Santarcangelo tenutosi ieri (martedì 18 maggio) l'assessore al bilancio Emanuele Zangoli ha illustrato sinteticamente il rendiconto della gestione dell’esercizio 2020, poi approvato con il voto favorevole dei gruppi di maggioranza Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo, l'astensione di Un Bene in Comune e il voto contrario del gruppo Lega Salvini premier Romagna.

L'assessore ha evidenziato in principio quanto "in un anno fortemente caratterizzato dall'emergenza sanitaria" siano state stravolte le attività pianificate dall'amministrazione comunale, che ha sempre operato a seguito di un dialogo stretto con il collegio dei revisori dei conti e seguendo le valutazioni espresse dalla Corte dei Conti per "migliorare l'attività complessiva dell'amministrazione comunale". 

Zagnoli ha parlato di bilancio in equilibrio anche per il 2020, grazie a una serie di azioni come il rinvio della quota capitale dei mutui del Ministero dell'Economia e delle Finanze,  e con un consistente aumento dei trasferimenti correnti dal governo centrale, in particolare un milione di euro assegnato nel mese di dicembre. Queste maggiori risorse hanno permesso il finanziamento di una serie di progetti come il restauro della scuola del Bornaccino e il prolungamento della ciclabile lungo la Trasversale Marecchia, ma anche di alleggerire il carico tributario locale sulle imprese e sui lavoratori: "Dalla riduzione della Cosap per circa 200mila euro alle riduzioni ed esoneri della Tari per circa 260mila euro fra utenze domestiche e non domestiche, dalla riduzione delle tariffe dei parchimetri all’esonero Imu sulle strutture alberghiere fino ai bandi a sostegno di imprese, associazioni sportive e culturali per quasi 200mila euro", queste le misure evidenziate dall'assessore, che ha rimarcato "la capacità del comune di intercettare importanti contributi su progetti specifici come quelli per la ristrutturazione di diversi edifici scolastici o per migliorare la viabilità attraverso accordi pubblico-privati, come per la rotatoria che dovrà essere realizzata all’incrocio fra via Pasquale Tosi e via Vecchia Emilia". 

L'effetto lockdown ha inciso sugli oneri di urbanizzazione, calati dal milione e 275.000 euro del 2019 ai 688.000 euro del 2020.

Il consuntivo finanziario 2020 si chiude così con un avanzo di 1.413.854 euro al netto degli accantonamenti e delle somme vincolate. "Un avanzo maggiore rispetto agli esercizi precedenti, in parte dovuto – ha rimarcato l’assessore Zangoli – alle entrate introitate a fine anno, per le quali l’Amministrazione comunale si è riservata di valutare l’impiego delle stesse anche in considerazione delle conseguenze causate dall’emergenza sanitaria".

L'assessore ha parlato anche di margini di manovra dell'amministrazione in ampliamento "anche in considerazione del fatto che l’incidenza degli oneri finanziari si è ridotta al due per cento, grazie alla continua diminuzione del debito complessivo che si è ridotto del 9 per cento" e questo non ha intaccato la capacità di spese dell'ente (-1% rispetto al 2019). "Questo significa che secondo le regole della finanza pubblica abbiamo un ampio margine di manovra – ha concluso Zangoli – per prendere in considerazione la possibilità di reperire le risorse necessarie sia per far fronte a eventuali ulteriori emergenze che per programmare nuovi importanti investimenti a beneficio della città, senza per questo alterare i nostri equilibri di bilancio".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >