Giovedý 24 Giugno08:17:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vacanze: 5 luoghi poco conosciuti da visitare a Rimini

Rimini nasconde meraviglie poco conosciute, che vale davvero la pena visitare. Ecco quali sono

Eventi Rimini | 11:21 - 17 Maggio 2021 Il Ponte di Tiberio collega il centro storico con il Borgo San Giuliano Il Ponte di Tiberio collega il centro storico con il Borgo San Giuliano.

**PUBLIREDAZIONALE**

Con l’arrivo della primavera, torna la voglia di viaggiare e di visitare nuove mete. In Italia le misure restrittive dovute al Covid19 si stanno allentando, e con l’introduzione del Green Pass sarà possibile spostarsi liberamente in qualsiasi regione italiana. Perché non approfittarne e prenotare subito le vacanze? Magari in Italia, per promuovere il turismo e visitare uno tra i tanti meravigliosi luoghi che si trovano in questo Paese. Una delle più frequenti mete turistiche estive è sicuramente l’Emilia-Romagna, famosa per il mare, per la cucina, per città come Bologna e ricca di parchi divertimento. Una città spesso sottovalutata è Rimini, perché viene associata esclusivamente al mare e alla movida; in realtà, Rimini nasconde meraviglie poco conosciute, che vale davvero la pena visitare. Ecco quali sono.
 

Borgo San Giuliano
 

Da non perdere assolutamente è Borgo San Giuliano: si tratta di uno dei borghi più antichi di Rimini ed è il quartiere dei pescatori. È particolarmente suggestivo per via delle sue case piccole, colorate e decorate con murales dedicati a Federico Fellini. Riferimenti al famoso regista possono essere trovati in quasi tutta la città, dato che ha vissuto a Rimini per la maggior parte della sua infanzia e giovinezza. Infatti, proprio per onorare la sua memoria, è stato costruito un monumento chiamato La Grande Prua all’interno del cimitero di Rimini, meta di molti ammiratori di questo straordinario regista.
 

Tour in bici

A Rimini è presente una rete ciclopedonale di circa 100 chilometri, quindi perché non approfittare della bella stagione per girare la città in bicicletta? Si può pedalare per il lungomare fino ad arrivare a Riccione, oppure preferire un percorso immerso nel verde attraverso il parco Giovanni Paolo II, dove è presente un meraviglioso laghetto con i cigni, fino ad arrivare al polmone verde di Rimini.
 

Escursione subacquea
 

Negli ultimi anni, il mare di Rimini si è popolato di numerose specie marine provenienti dal Mar Rosso che si possono osservare da vicino facendo snorkeling, attività adatta anche ai bambini. In altri punti invece è possibile fare delle vere e proprie immersioni subacquee, che permettono di ammirare i resti di due navi cargo o addirittura di un aereo bombardiere. Molto interessante è anche l’immersione nei pressi dei resti dell’Isola delle Rose, una piattaforma artificiale costruita da Giorgio Rosa al di fuori delle acque territoriali italiane e autoproclamatasi stato indipendente.
 

Tour romano
 

Se si è amanti della civiltà romana, è possibile visitare numerosi monumenti storici risalenti a quell’epoca. Si può partire dall’Arco d’Augusto, che indica il punto di ingresso a Rimini, provenendo da Roma attraverso la via Flaminia. In piazza Tre Martiri è presente il Foro, ossia il fulcro dell’attività economica della Rimini antica. Da non perdere è poi il Ponte di Tiberio, un ponte romano che è tra i meglio conservati al mondo; nell’invaso del ponte è stata costruita la cosiddetta “piazza sull’acqua”, un’ampia area con un percorso pedonale per costeggiare il bacino. Infine, si può concludere questo tour romano visitando il Museo della Città, che racchiude testimonianze millenarie che permettono di calarsi nell’identità culturale di Rimini.
 

Grotte di Onferno
 

Se ci si allontana di qualche chilometro da Rimini, si possono raggiungere la riserva naturale e le Grotte di Onferno, nome che fa riferimento al vapore che fuoriusciva dalle rocce e che sembrava indicare l’ingresso degli inferi. È possibile visitarle a piedi ma anche in bicicletta, e c’è la possibilità di un tour estivo notturno, ma attenzione: è solo per i più coraggiosi, perché le grotte sono abitate da numerosi pipistrelli!
 

Un occhio alla sicurezza
 

Quando si viaggia, si utilizzano spesso dispositivi elettronici, come smartphone o tablet, per cercare informazioni o come navigatori, al posto delle classiche mappe cartacee. Per evitare di utilizzare il traffico dati fornito dal proprio operatore, si utilizzano spesso le reti WiFi gratuite messe a disposizione dalla città o dalle attività commerciali; queste reti, però, non sono sicure e rendono vulnerabili a eventuali attacchi da parte di hacker, che possono così appropriarsi di dati sensibili come quelli relativi alle carte di credito. Per evitare ciò, si consiglia sempre di utilizzare una VPN (Virtual Private Network), ossia una rete privata virtuale che garantisce la sicurezza dei dati e la privacy criptando il traffico Internet.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >