Domenica 20 Giugno00:46:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In Riviera torna il sole, con le riaperture è boom di richieste agli hotel

Nella classifica delle località più gettonate, in testa c’è Rimini, con 50465 mail spedite ai suoi hotel, seguita da Riccione

Turismo Rimini | 14:42 - 11 Maggio 2021 La spiaggia di Rimini La spiaggia di Rimini.

Un anno fa in questi giorni i primi hotel cominciavano titubanti a fare previsioni su come sarebbe andata la stagione alle prese con la pandemia di Covid-19, ponderando se valesse o meno la pena di aprire, tanto incerta era la situazione. La stagione 2021, invece, sembra aprirsi con rinnovato entusiasmo e, seppur cauto, ottimismo.
 

Complice la campagna di vaccinazioni che procede a ritmo incalzante e il Green Pass introdotto dal Decreto Legge n.52/2021 o “Decreto Riaperture” in vigore dal 23 aprile, che consente di spostarsi in Italia anche tra zone arancioni e rosse, gli italiani tornano a progettare le vacanze. Un incoraggiamento a viaggiare è arrivato anche dalle recenti dichiarazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi che il 4 maggio, aprendo la conferenza stampa sulla riunione ministeriale del G20 di Roma, annunciava a sorpresa un’apertura sul fronte del turismo, con l’entrata in vigore del Green Pass il 14 maggio e di un “green certificate” per muoversi liberamente tra i paesi membri dell’UE per metà giugno, in anticipo rispetto al resto D’Europa.
 

L’invito del Presidente a prenotare le vacanze non è caduto nel vuoto. Già da alcune settimane gli italiani manifestano la voglia di tornare a viaggiare in Riviera Romagnola e i dati relativi al traffico online sul portale info-alberghi.com lo testimoniano.
 

Nel periodo di riferimento da 1° aprile al 10 maggio 2021, il traffico di utenti sul portale è aumentato del 228% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: 5640 gli utenti che hanno navigato in cerca di hotel il 4 maggio di quest’anno contro i 1638 del 4 maggio 2020, data simbolo della ripartenza che segnava la fine del lockdown.

A catalizzare l’attenzione degli utenti web, in particolare, è la pagina dedicata al bonus vacanze, che, con le sue 22664 visualizzazioni, guadagna il primato della pagina più visitata del portale. La curiosità degli utenti si è accesa intorno alle novità 2021 ancora in via di approvazione proposte dal Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, che includono la proroga del bonus a giugno 2022, la possibilità di cedere il bonus alle agenzie di viaggio per il pagamento del soggiorno e quella di utilizzare il bonus in più soluzioni e quindi anche in strutture diverse. Novità che, se confermate in tempo utile, potranno diventare determinanti per il turismo in Riviera, dove la maggior parte degli hotel si dice disponibile ad accettare il bonus: ben 1020 hotel sui 1214 presenti su info-alberghi.com.
 

Proseguendo nella classifica delle pagine più visitate troviamo al secondo posto la pagina relativa agli hotel di Riccione (14103 visualizzazioni), seguita da Rimini (12984), Cattolica (8636) e Cesenatico (7646). 
 

Gli utenti non si fermano alla navigazione del portale ma, cosa ancora più importante, inviano mail di richiesta agli hotel. Le e-mail di richiesta preventivo inviate agli hotel della Riviera Romagnola dal 1° aprile al 10 maggio 2021 sono 227604, l’87% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
 

Nella classifica delle località più richieste, in testa c’è Rimini, con 50465 mail spedite ai suoi hotel, seguita da Riccione (44877), Cesenatico (30177) e Cattolica (24935).
 

Per il momento il più richiesto è il mese di agosto con 76909 e-mail di richiesta, seguito da luglio (50318 e-mail) e giugno (39113).
 

“Ci aspettiamo per gli albergatori italiani che venga presto definito e ufficializzato il nuovo bonus vacanze - dichiara Lucio Bonini, Ceo di Info Alberghi Srl -. Gli italiani hanno voglia di viaggiare e lo stanno dimostrando, compito delle istituzioni adesso è concretizzare il contributo alle vacanze e restituirci una stagione 2021 di vera ripresa turistica. Il bonus quest’anno ha un ruolo chiave perché può incentivare gli italiani a scegliere di rimanere in Italia nonostante la riapertura dei confini europei.”
 


 


 

< Articolo precedente Articolo successivo >