Mercoledý 23 Giugno02:06:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Con il Giro riparte anche la campagna per la sicurezza dei ciclisti sulle strade

Paola Gianotti, 4x Guinness World record Woman installerà i cartelli che invitano a mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 m tra auto e ciclista

Sport Misano Adriatico | 17:29 - 06 Maggio 2021 Un cartello che invita a mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 m tra auto e ciclista Un cartello che invita a mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 m tra auto e ciclista.

Con la partenza del Giro d’Italia riparte anche l’iniziativa di Paola Gianotti, 4x Guinness World record Woman.
 

Da anni l’atleta, insieme a Maurizio Fondriest e Marco Cavorso, con l’Associazione Io Rispetto il Ciclista, porta avanti una campagna di sensibilizzazione per il rispetto dei ciclisti sulle strade.
 

Lo start del suo personalissimo giro è domani 7 maggio, il giorno prima della partenza della Corsa Rosa da Torino. Paola installerà i cartelli che invitano a mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 m tra auto e ciclista, nei comuni di 6 tappe del Giro d’Italia. Dal Piemonte, alla Lombardia, alla Toscana e Emilia Romagna, toccherà 50 comuni e apporrà oltre 240 cartelli. Tutte le info nell’allegato.
 

In Emilia Romagna l’atleta toccherà i seguenti comuni: Noceto, Parma, Bologna, San Lazzaro di Savena, Ozzano, Imola, Faenza, Cesena, Misano Adriatico, Stienta, Ostiglia, Bagnolo.
 

L’obiettivo dell’Associazione Io Rispetto il Ciclista, entro i prossimi due anni, è quello di coinvolgere tutti i 7904 comuni italiani in questa importante iniziativa.
 

Investita da un’auto nel 2014 (con frattura della 5^ vertebra cervicale), mentre rientrava in bici dal suo giro del mondo, Paola Gianotti sa bene quanto sia importante salvaguardare i ciclisti sulle strade: “Ogni 35 ore muore un ciclista sulle strade italiane. Ognuno di noi deve fare qualcosa per evitarlo. Quale migliore occasione se non apporre i cartelli lungo le strade del Giro d’Italia? Per questo ho deciso di percorrere parte delle strade della Corsa Rosa per coinvolgere i comuni e installare i cartelli del metro e mezzo. (…) Estenderemo l’iniziativa ad altre virtuose regioni italiane, tra cui presto anche Sicilia e Calabria. Il nostro obbiettivo, nei prossimi due anni, è quello di portare i cartelli in tutto il Paese”
 

< Articolo precedente Articolo successivo >