Mercoledý 23 Giugno20:34:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scritte offensive sui muri dei bagni pubblici: assolto 53enne riccionese

Nel mirino della diffamazione un ristoratore e due commercianti. Secondo il giudice non era lui l'imbrattatore

Cronaca Riccione | 07:51 - 09 Maggio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Era a processo accusato di stalking, danneggiamento, diffamazione e lesioni personali, in particolare per essere ritenuto l'autore di scritte ingiuriose contro tre riccionesi, realizzate con bomboletta spray, sui muri della città e nei bagni pubblici. Un 53enne di Riccione, difeso dagli avvocati Massimiliano Orrù e Simona Conti, è stato assolto da ogni capo di imputazione perché il fatto non sussiste. L'imputato era ritenuto "l'imbrattatore" e il persecutore dei tre concittadini, due commercianti e un ristoratore, presi di mira nelle scritte  (nei bagni erano offerte di prestazioni sessuali, con il loro numero di telefono cellulare a corredo). I tre e il 53enne, la sera del 20 febbraio 2013, furono protagonisti di un acceso confronto al parco delle Magnolie. Ad avere la peggio fu quest'ultimo, riportando tumefazioni sul volto, la rottura di due denti, di due costole e della mandibola. I tre, a loro volta imputati in un procedimento per il reato di lesioni, negarono che quella fosse stata una spedizione punitiva, dicendo invece di aver fermato l'uomo prima che realizzasse una nuova scritta e di essere stati aggrediti. Un'accusa fermamente smentita dal 53enne, che oltre a negare di essere l'imbrattatore, ha sostenuto di essere stato vittima di un pestaggio e di essersi difeso.  Il ristoratore e i commercianti, assistiti dall'avvocato Caroli, hanno definito un "calvario" le conseguenze di quelle scritte: tutti e tre hanno raccontato davanti al giudice di numerose telefonate ricevute da omosessuali a caccia di un'avventura e c'è chi ha rischiato anche di veder scoppiare il proprio matrimonio, con le mogli a sospettare di una relazione extra coniugale. 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >