Domenica 09 Maggio03:46:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Officine Grandi Riparazioni, l'allarme sul futuro: "Massima preoccupazione"

I sindacati temono un drastico ridimensionamento del personale

Attualità Rimini | 17:00 - 04 Maggio 2021 Officine Grandi Riparazioni, l'allarme sul futuro: "Massima preoccupazione"

"Massima preoccupazione" da parte della Cgil e della Filt-Cgil di Bologna per il futuro delle ex Ogr, realtà che si occupano della manutenzione, revisione e riparazione del materiale rotabile ferroviario: l'Omc-Officina Manutenzione Ciclica con sede a Bologna e l'Omcl-Officina Manutenzione Ciclica Locomotive con sede a Rimini, che si inseriscono all'interno della sezione manutenzione rotabili di Trenitalia e sono comprese nel Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. "Ancora oggi, l'officina di Bologna occupa circa 120 lavoratori - osserva il sindacato in una nota - una attività ferroviaria di elevata qualità industriale messa continuamente in discussione da scelte aziendali di esternalizzazione di lavoro verso aziende private". A giudizio del sindacato, ancora, "il ridimensionamento o la chiusura in pochi anni dell'Omc di Bologna determinerebbe l'ulteriore deindustrializzazione all'interno di un tessuto economico già fortemente provato dalla pandemia da Covid-19. Visto quanto è in gioco per la città di Bologna la Cgil e la Filt-Cgil di Bologna ritengono necessario il coinvolgimento delle Istituzioni attraverso azioni concrete in risposta alla preoccupazione delle lavoratrici e dei lavoratori ed alle azioni di sciopero del 2021".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >