Mercoledý 12 Maggio21:16:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rino Mini, ex patron di Galvanina investe 12 milioni di euro nella ristorazione locale

Nascerà una catena di punti vendita tra Rimini, Santarcangelo e San Marino sotto il nuovo brand "Baker_Eat" che darà oltre 250 nuovi posti di lavoro

Attualità Rimini | 12:08 - 30 Aprile 2021 Rino Mini Rino Mini.

Rino Mini "batte" la pandemia e annuncia dodici aperture in Emilia-Romagna e San Marino, tra nuovi locali e rinnovamento dei format. Il tutto per un investimento previsto di 12 milioni di euro e la creazione di oltre 250 nuovi posti di lavoro.

Fil rouge che accomuna i 12 locali è il concept di "Bakery Americana", con una nota di "Boulangerie Francese", ma il tutto in puro stile Italiano dove, a fare da collettore al network, saranno le farine prodotte da grani antichi e, quando possibile, autoctoni.

Nascerà così una catena di punti vendita sotto il nuovo brand "Baker_Eat" di varie dimensioni e con piccole e diverse sfumature di ristorazione. A sperimentare questo grande network sono designati tre locali: a Rimini in Corso d'Augusto Santarcangelo di Romagna, in Piazza Ganganelli, con la trasformazione in "Baker_Eat" del già noto Ristorante "Ferramenta"; nella Repubblica di San Marino, all'interno del prestigioso Outlet "The Market", che taglierà il nastro il prossimo 24 Giugno.

Parallelamente tante le iniziative di Rino Mini nel settore della Ristorazione.

Sempre a Rimini nasceranno i due pilastri portanti dell'intero progetto: "Ferramenta_lab", il laboratorio artigianale dedicato all'arte bianca e "Ferramentacademy", un grande centro di formazione professionale per gli addetti della panificazione e della ristorazione.

Contemporaneamente non calerà l'attenzione verso i Ristoranti più legati alle tradizioni del Territorio: "Dai Galletti" di Santarcangelo di Romagna dove il focus si sposterà sulle piadine gourmet con il già apprezzatissimo servizio al cesto; a Rimini sarà la volta di "Ferramenta - Braceria & Pizzeria", a due passi dal Tempio Malatestiano, dove insieme alla vera Pizza Napoletana verranno serviti i piatti più tipici del territorio; infine il famoso "Pomod'Oro - Ristorante di campagna" che, dopo 7 lunghi anni di attesa e di vicissitudini burocratiche, ha appena ottenuto il via libera ai lavori di ricostruzione e riqualificazione. Va ricordato che il "Pomod'Oro" è stato il primo locale "farm to table" in Italia ed è il locale che ha avvicinato Rino Mini a quello che lui stesso definisce "l'affascinante mondo della ristorazione". 

< Articolo precedente Articolo successivo >