Martedý 15 Giugno01:24:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini nei primi tre mesi dell'anno è cresciuto l'importo richiesto per un mutuo

Secondo l'osservatorio Facile.it rispetto al 2020 è cresciuto dell'6,1%

Attualità Rimini | 11:52 - 30 Aprile 2021 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Nel primo trimestre 2021 l'importo medio richiesto per un mutuo in provincia di Rimini è cresciuto del 6,1% rispetto al medesimo periodo del 2020 e, secondo l'osservatorio Facile.it – Mutui.it, è oggi pari a 151.086 euro.

Guardando alle singole province quella che ha registrato la crescita più importante è Bologna (+10,6%, 153.297 euro), seguita da Ravenna (+9,9%, 133.274 euro), Ferrara (+7,2%, 117.698 euro) e Rimini (+6,1%, 151.086 euro). Continuando a scorrere la classifica regionale, si posizionano le province di Parma (+5,1%, 135.854 euro), Modena (+3,7%, 134.321 euro), Reggio Emilia (+3,2%, 124.217 euro) e Forlì-Cesena (+0,7%, 135.310 euro). Valori in calo, invece, per la provincia di Piacenza (-0,7%, 116.272 euro).

Da registrare, secondo l'analisi dei due comparatori, anche l'aumento della forchetta che separa i tassi fissi (in aumento) da quelli variabili (sostanzialmente stabili). Per un finanziamento da 126.000 euro da restituire in 25 anni, ad aprile 2021 il Taeg medio rilevato online è pari all'1,37% per il fisso - vale a dire il 10,5% in più rispetto a febbraio 2021 quando era pari all'1,24% - mentre è dell'1,03% per il variabile (era 1,0% a febbraio 2021); nonostante questo sono nove su dieci gli aspiranti mutuatari dell'Emilia-Romagna che preferiscono il tasso fisso.
Nel primo trimestre 2021 cala anche il peso percentuale della surroga sul totale mutui richiesti in Emilia-Romagna: passa dal 35% dello scorso anno al 20%.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >