Sabato 15 Maggio19:02:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il borgo storico di Verucchio in una doppia mappa illustrata

Nella prima 33 siti fra monumenti, luoghi pubblici, parchi e parcheggi suddivisi in quattro colori. Nella seconda le 15 aree di sosta con i 286 posti auto in un raggio di 500 metri dal centro

Turismo Verucchio | 11:55 - 29 Aprile 2021 Municipio di Verucchio - nella gallery le mappe Municipio di Verucchio - nella gallery le mappe.

 Dalla Rocca Malatestiana e il Museo Civico Archelogico, alla Collegiata, la Rocca di Passerello ex Convento delle Monache, Sant’Agostino, la Pinacoteca, la Torre Civica… ma anche la Pieve Romanica, il Convento del Cipresso, l’Oasi Wwf di Ca’ Brigida o il Golf Club alle sue pendici: c’è tutto il borgo storico di Verucchio rappresentato con maestria da Jessica Bocca nella doppia mappa illustrata realizzata dal Comune a fini turistico-promozionali e che l’amministrazione mette ora gratuitamente a disposizione delle attività locali.

La prima raffigura 33 siti fra monumenti storici, luoghi pubblici, parchi e parcheggi e ogni categoria e rappresentata da un colore diverso. La seconda è invece mirata sulle 15 aree di sosta del capoluogo, di cui fornisce capienza e distanza dal centro storico: sono 286 gli stalli pubblici, 250 in un raggio di 300 metri dal cuore di Verucchio” spiega la sindaca Stefania Sabba, ricordando come tutto nasca dal progetto ‘Più vivo la storia, più amo Verucchio’ finanziato con il Piano di Promozione Turistica Locale  2020 da Visit Romagna attraverso la legge regionale 4/2016.

Fra le diverse iniziative inserite nello stesso c’è anche l’incarico a Jessica Bocca per questa rappresentazione molto particolare del nostro capoluogo, di cui l’illustratrice ha saputo cogliere perfettamente le varie anime con runner, biker, passeggiatori e golfisti inseriti perfettamente nel contesto storico-paesaggistico. Oltre a progettarne un utilizzo pubblico sotto forma di brochure o merchandising, mettiamo le due creazioni a disposizione dei titolari delle attività del comune che vorranno farne tovagliette fronte retro, cartoline promozionali, t-shirt o inserirle nei menu” rivela la prima cittadina.

< Articolo precedente Articolo successivo >