Luned́ 17 Maggio11:34:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Elezioni Rimini, Sadegholvaad (Pd): "sì alle primarie, ma coinvolgere tutti i riminesi"

Al momento vi parteciperebbero l'attuale assessore alla Polizia Municipale ed Emma Petitti

Attualità Rimini | 18:07 - 28 Aprile 2021 Jamil Sadegholvaad Jamil Sadegholvaad.

Il partito democratico verso le primarie per scegliere il candidato sindaco tra Emma Petitti e Jamil Sadegholvaad. Quest'ultimo dà la sua disponibilità, a patto che siano aperte a tutti i riminesi. Il tempo stringe, il voto infatti è a ottobre, ma per le primarie servirà "uno sforzo organizzativo straordinario, eccezionale per garantire il voto in presenza in ogni luogo della città", con 100, 200 gazebo. "Questo non è un personale desiderata ma una condizione e un impegno che, da Letta in giù, come centrosinistra dobbiamo assumerci", evidenzia Sadegholvaad. Non possono esserci primarie, sottolinea, al motto di "meno siamo e meglio stiamo".  L'attuale assessore alla Polizia Municipale del Comune pone l'accento sul "rinnovato protagonismo dei circoli" del partito e evidenzia che tutto ciò si aggiunge "al consenso ritrovato d'orgoglio e all'eredita' popolare, concreta, innovativa che lascia la stagione dell'amministrazione uscente", frutto non di un "solo protagonista, seppur straordinario come il sindaco Andrea Gnassi", ma di "un lavoro, di programmi, dell'impegno di tante persone, associazioni, categorie, ordini". Sì dunque alle primarie, da parte di Sadegholvaad, ma esse "devono coinvolgere tutta la città, tutti i 150.000 riminesi".



 

< Articolo precedente Articolo successivo >