Giovedý 13 Maggio06:21:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Novafeltria, sindaco chiarisce sui tamponi: "accuse false dal comitato"

All'ospedale Sacra Famiglia non è cambiata la gestione dei tamponi

Attualità Novafeltria | 14:05 - 28 Aprile 2021 Nel riquadro Stefano Zanchini, sindaco di Novafeltria Nel riquadro Stefano Zanchini, sindaco di Novafeltria.

Il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini risponde al comitato "Giù le mani dall'ospedale di Novafeltria", definendo la nota sui tamponi "falsa e tendenziosa". Nessun cambio di procedura, evidenzia il primo cittadino: "ai sintomatici sospetti Covid il tampone viene fatto a domicilio, mentre i contatti stretti purchè asintomatici possono continuare a fare il tampone in ospedale nell’apposito ambulatorio, con le solite modalità di accesso che garantiscono la massima sicurezza come da protocolli aziendali". Non solo dunque le persone a fine quarantena: "E' falso, o lo si dice per ignoranza, oppure per screditare l’operato dell’Azienda Sanitaria e criticarmi per non essere stato sufficientemente convincente con i vertici aziendali", evidenzia il sindaco Zanchini, che critica il comitato: "Devo constatare che è iniziata la campagna elettorale con un gruppetto di persone che si identifica impropriamente come comitato a difesa dell’ospedale.  Comitato del quale anche io e molti altri facevamo parte,  ma che da tempo ha perso il suo ruolo e la sua imparzialità, ormai chiaramente schierato e politicizzato". Prosegue il sindaco: "Ancora più triste è constatare che si usi qualsiasi pretesto per screditare il mio ruolo senza pensare che con accuse immotivate e pretestuose si rischia di compromettere alcuni servizi in loco a favore dei nostri concittadini". Zanchini rassicura la cittadinanza, riferendo anche l'implementazione delle sedute vaccinali ("da questa settimana anche a Novafeltria e per tutta la Valmarecchia si effettueranno quotidianamente"). Dopodomani (Venerdì 30 aprile) sarà inoltre convocato il periodico tavolo sanitario tra l'Ausl e i sindaci, "a dimostrazione che è sempre alta l’attenzione e il dialogo sull’operatività dell’ospedale di Novafeltria e sui servizi distrettuali". Relativamente all'ipotesi di un "drive through" a Novafeltria, è un'ipotesi impercorribile: "è un sistema utilizzato per i grandi numeri, molto oneroso e quindi non sostenibile". 


 

< Articolo precedente Articolo successivo >