Giovedý 13 Maggio06:10:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini 156 salvataggi in mare nel 2020, un terzo sono bambini

Associazione Marinai di Salvataggio: 'Contratti siano regolari. Da alcuni datori pratiche vessatorie'

Attualità Rimini | 17:22 - 26 Aprile 2021 Salvataggi a Rimini Salvataggi a Rimini.

Sono stati 156 i bagnanti soccorsi l'estate scorsa a Rimini. Di questi oltre un terzo sono bambini, come emerge dal report 2020 dell'Associazione Marinai di salvataggio della provincia di Rimini. "Questo - si legge nel documento - ci dice che dobbiamo concentrare gli sforzi per migliorare e incentivare la sorveglianza sui minore da parte di chi ne è responsabile (genitori, tutori…)".
Spesso vengono soccorse più persone nello stesso intervento. Nel 20% dei casi si è trattato di salvataggi di gruppi di 3 o più persone. Mediamente il 90% degli interventi avviene in mare, il resto fuori dall'acqua. I soccorsi avvengono a tutte le ore della giornata, "non ci sono fasce orarie in cui stare attenti e altre nelle quali stare rilassati", precisa il report. Circa tre soccorsi su quattro vengono effettuati in condizioni di mare mosso ed in presenza di bandiera rossa.

L'associazione lancia "un grido d'allarme sulla pericolosa svalutazione professionale", parlando di "svilente clima lavorativo". Dice no alla riduzione dell'orario di lavoro da 48 a 40 ore settimanali e alla disparità contrattuale tra colleghi.
"Purtroppo - spiegano i marinai di salvataggio - continuiamo a ricevere segnalazioni dai colleghi che evidenziano come, da parte di alcuni datori di lavoro che operano nella zona di Rimini Sud, continui la riprovevole reiterazione di pratiche al limite del vessatorio". Ciò che chiede l'associazione è di mantenere alta l'attenzione sulla regolarità dei contratti.

< Articolo precedente Articolo successivo >