Martedì 18 Maggio22:00:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In regione riapre dibattito sull'Oasi Torriana e Montebello: "va valorizzata"

Il consigliere Piccinini (M5S): "Decisione sbagliata ridurre i confini, indiscriminata attività venatoria"

Attualità Poggio Torriana | 13:17 - 23 Aprile 2021 Oasi di Torriana-Montebello Oasi di Torriana-Montebello.

Silvia Piccinini, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, chiede la prosecuzione del confronto tra l'amministrazione regionale e il comitato per l'oasi di Torriana e Montbello e sollecita "misure dirette a valorizzare le eccellenze turistiche della Valmarecchia e del territorio del comune di Poggio Torriana, in particolare sul piano naturalistico, ambientale e storico-artistico". Piccinini ribadisce la contrarietà alla riduzione dei confini dell'oasi, che ha provocato "un'indiscriminata attività venatoria", ma evidenzia anche che la scarsa tutela dell'oasi danneggia anche le attività economiche del territorio. L'oasi infatti costituisce un elemento imprescindibile nelle strategie di sviluppo turistico della Valmarecchia, che fonda il suo turismo "sul verde, sugli itinerari artistici e storici, sulla valorizzazione del paesaggio, sulle riconosciute eccellenze enogastronomiche e sul rapporto con attività produttive contrassegnate dalla capacità di unire tradizione e innovazione". Inoltre, evidenzia il consigliere regionale, "nel territorio dell’oasi si trova anche l’osservatorio naturalistico di Montebello, oggi parte del museo Na-tè nel comune di Poggio Torriana". Per Piccinini, "deve quindi proseguire il confronto fra Regione, comitato, enti locali e associazioni ambientaliste al fine di garantire il ripristino dei confini dell’oasi di protezione della fauna di Torriana, l’adozione di metodi incruenti e realmente efficaci di contenimento della fauna e la possibilità di valorizzare al meglio il principale strumento di sviluppo dell’area, vale a dire il territorio stesso e le sue eccellenze”.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >