Sabato 15 Maggio21:07:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Zona gialla, assessore Emilia Romagna: "Atteso un rimbalzo contagi, ma più vaccinati"

Sui test salivari molecolari per il Covid: "Interessati a sperimentare"

Attualità Rimini | 12:41 - 23 Aprile 2021 Da sinistra Stefano Bonaccini e Raffaele Donini Da sinistra Stefano Bonaccini e Raffaele Donini.

Dal 26 aprile l'Emilia Romagna sembra destinata a ritornare in zona gialla e l'allentamento delle misure preoccupa gli esperti, per una possibile crescita dei contagi. L'assessore regionale Raffaele Donini evidenzia che "un rimbalzo dei casi in zona gialla è per certi versi atteso", ma la vaccinazione delle popolazione più anziana e vulnerabile eviterà un aumento dei ricoveri e dei decessi. Fondamentale però, per evitare che l'aumento dei contagi sia fuori controllo, è la responsabilità dei cittadini nei comportamenti individuali. Gli assembramenti restano pericolosi, così come sono fondamentali igienizzazione delle mani e l'utilizzo di mascherine. La zona gialla non è dunque un "liberi tutti", concetto più volte ribadito dall'amministrazione regionale. Per quanto riguarda invece i test salivari molecolari per il coronavirus "noi siamo interessati a sperimentare, qualora venisse certificata la loro affidabilità e la loro sensibilità, essendo anche più pratici dei test rapidi antigienici, come elemento di screening", ha evidenziato Donini.


 

< Articolo precedente Articolo successivo >