Luned́ 12 Aprile23:20:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, mercoledì contro la Sammaurese: ancora out Gomis (ore 15)

Rientra Valeriani. Mastronicola: 'Occhio, loro sanno soffrire e colpire'. Fari puntati sul play 2003 Chiwisa

Sport Rimini | 14:09 - 06 Aprile 2021 Il tecnico Alessandro Mastronicola Il tecnico Alessandro Mastronicola.

Rimini Calcio ancora in campo mercoledì al Romeo Neri nel recupero contro la Sammaurese (ore 15). Una partita che mette di fronte due squadre in salute, reduci da una striscia positiva: il Rimini da quattro turni con tre vittorie ed un pareggio; per la Sammaurese tre vittorie e due pareggi. Se il Rimini è risalito al sesto posto, la Sammaurese si è portata oltre la linea playout anche se la classifica è del tutto provvisoria visto il gran numero di recuperi da giocare. Un match che offre spunti da amarcord: nelle file dei biancorossi ci sono gli ex Simoncelli e Mastronicola, già giocatore sul tramonto della carriera, e poi tecnico in serie D nella stagione 2018-2019; poi l'attaccante Diop che in biancorosso non ha trovato fortuna. Dall'altra parte, il centrocampista Lorenzo Lombardi che in biancorosso non ha trovato spazio, il difensore Vesi al Rimini nella stagione 2017-2018 e mister Stefano Protti cresciuto nel settore giovanile assieme al cugino Igo Protti.

Nelle file dei biancorossi sarà assente Gomis, ancora alle prese con i postumi di un risentimento muscolare, recuperato Valeriani per cui mister Mastronicola ha l'imbarazzo della scelta per allestire la formazione in cui è possibile che ci sia un po' di turn over.

“Vogliamo continuare sulla strada intrapresa nell'ultimo mese – dice il tecnico del Rimini – e per farlo dobbiamo mantenere concentrazione, attenzione, voglia di sacrificarci: solo così potremo ottenere il massimo. La squadra sta bene ed è serena mentalmente. C'è entusiasmo e la fatica si sente meno”. Quanto alla Sammaurese dice: “E' un avversario che merita il massimo rispetto, è in forma e quindi dovremno tenere alta la guardia perchè è una squadra mai doma, capace di soffrire e nello stesso tempo di farti male quando si affaccia in attacco. Guai sottovalutarla”.

Fari della ribalta per il bomber Francesco Manuzzi (16 gol) e il volto nuovo di Mannah Chiwisa, play classe 2003, originario dello Zambia, 1,80 di altezza, mancino, leve lunghe e visione di gioco, mancino, che si sta mettendo in grande luce tanto da calamitare l'attenzione di numerosi osservatori di club di serie A e B, che anche mercoledì saranno a seguirlocome stanno facendo da qualche settimana.

Altro recupero della giornata è Corticella-Mezzolara mentre domenica sarà il Rimini a fare visita al fanalino di coda emiliano.

Tutti negativi i tamponi per i biancorossi.

< Articolo precedente Articolo successivo >