Marted́ 13 Aprile16:32:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B, coach Massimo Bernardi: 'Bravi tutti, contento per i due punti e la prestazione'

'Alle prese con infortuni e acciacchi, la squadra ha reagito alla grande. Ottima l'intensità e la difesa'

Sport Rimini | 08:50 - 01 Aprile 2021 Il coach Massimo Bernardi Il coach Massimo Bernardi.

 A fine partita il coach di RivieraBanca di Massimo Bernardi ha commentato così l’exploit di Imola: "Sono molto contento per il risultato e per come abbiamo giocato. Non era per niente facile, anzi era molto difficile vista la nostra: Bedetti ancora non c'è, Simoncelli per essere generoso è andato ad affaticare l'altro ginocchio e quindi non riusciva a giocare, Fumagalli è sceso in campo ma non al meglio perchè non si è mai allenato da mercoledì scorso. Bravi, un abbraccio a tutti i ragazzi: siamo stati bravi anche alla fine a salire come intensità e difesa, abbiamo recuperato palloni e fatto scelte giuste in attacco. Rivali è stato molto bravo nel dettare i ritmi e nell'attaccare il canestro col palleggio arresto e tiro: due punti molto importanti per il nostro futuro."

Potrebbe essere questa la partita giusta per ribaltare l'inerzia negativa dell'ultimo periodo?

"Oggi abbiamo fatto una grandissima partita, i ragazzi sono stati fantastici e sono andati oltre i loro limiti. Sappiamo bene come ci stiamo allenando: una volta manca un playmaker, una volta ne manca un altro, manca la guardia, uno manca dopo due mesi e gioca bene poi la partita dopo fa le montagne russe. Non è facile. Abbiamo bisogno di programmare e lavorare, abbiamo molti margini di miglioramento: io spero solo che i ragazzi stiano bene per poter lavorare durante la settimana e migliorare le tante cose che abbiamo ancora da migliorare."

Venerdì al Flaminio i quarti di finale di Coppa Italia contro Rieti, come affronterà RivieraBanca questa sfida?

 "Non la prepariamo, domani dobbiamo soltanto fare recupero: i ragazzi devono fare massaggi, stretching e tiri. Venerdì giocheremo la partita al meglio di quello che possiamo fare, ma senza stressare troppo ed andare a rischio delle situazioni fisiche dei ragazzi."

< Articolo precedente Articolo successivo >