Luned́ 19 Aprile04:42:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, il Legnago di mister Colella passa a Cesena con autorità (0-3)

Prima vittoria in trasferta. Otto punti in quattro partite per l'ex tecnico del Rimini Calcio

Sport Rimini | 21:01 - 28 Marzo 2021 Giovanni Colella Giovanni Colella.

Impresa di straordinaria importanza per la matricola Legnago di mister Giovanni Colella, l'ex tecnico del Rimini Calcio lo scorso anno in serie C in sostituzione di Renato Cioffi. La squadra veneta ha espugnato il Manuzzi di Cesena per 3-0: otto punti in quattro partite per il tecncio da quando ha sostituito Massimo Bagatti sulla panchina del club veronese e primo hurrà in trasferta.

Ora il Legnago è risalito al quintultimo psoto della classifica (31 punti) con Pesaro (34) e Carpi (45) nel mirino. Ravenna (21) e Arezzo (24) agli ultimi due posti della classifica.

Mai davvero in discussione il risultato, determinato al 34’ del primo tempo da un gran destro a giro dal limite di Buric e da una staffilata dalla grande distanza di Pellizzari poco prima della mezzora della ripresa. Mai in partita il Cesena, spento da un Legnago attentissimo stretto attorno a Yabre e Perna. Di Grandolfo il tris al novantesimo. Per Colella otto punti in quattro partite.

Il tabellino

CESENA-LEGNAGO 0-3

Cesena (4-3-3): Nardi; Ciofi, Ricci (30’st Munari), Gonnelli, Favale (30’st Munari); Capellini (23’st Zappella), Petermann (37’st Vallocchia), Steffé; Borello (1’st Sorrentino), Bortolussi, Russini. A disp.: Fabbri, Venturini, Tonetto, Lepri. All.: Viali.

Legnago (4-3-2-1): Pizzignacco; Ricciardi, Stefanelli, Perna (27’st Pellizzari), Girgi; Antonelli, Yabre, Laurenti (10’st Bulevardi); Chakir (27’st Rolfini), Lazarevic (15’st Giacobbe); Buric (15’st Grandolfo). A disp.: Pavoni, Corvi, Bondioli, Ruggero, Zanoli, Mazzali, Morselli. All.: Colella.

RETI: 34′ pt Buric (L), 29′ st Pellizzari (L), 45′ st Grandolfo

ARBITRO: Mario Perri di Roma . Assistenti: Giuseppe Trischitta di Messina e Domenico Castro di Livorno. Quarto ufficiale: Valerio Pezzopane di L’Aquila

< Articolo precedente Articolo successivo >