Lunedý 12 Aprile03:30:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In regione la prossima settimana il picco dei ricoveri in terapia intensiva

L'esperto del Cnr-Iac: "Non aprire le scuole o sarà come a metà febbraio, con la ripresa del contagio"

Attualità Rimini | 12:55 - 28 Marzo 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Secondo il matematico Giovanni Sebastiani, dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo 'Mauro Picone' del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Iac), la prossima settimana è atteso il picco dei ricoveri e degli ingressi giornalieri nelle unità di terapia intensiva. Lo riporta l'Ansa. Nel dettaglio la regione Emilia Romagna, come la Lombardia, ha raggiunto il picco della curva dei positivi ai test molecolari e la prossima settimana raggiungerà il picco della curva delle terapie intensive e di quella dei relativi ingressi. Sebastiani evidenzia, per il territorio italiano, che la situazione sia ancora critica per i livelli raggiunti e "di conseguenza non bisogna abbassare la guardia, vanno quindi mantenute le misure di contenimento dell'epidemia ed è rischioso riaprire le scuole in presenza". In particolare l'esperto ritiene "rischiosa l'annunciata apertura ad aprile delle attività di didattica in presenza. Se questo accadrà, è per me molto verosimile che si replicherà quanto successo in seguito all'apertura delle scuole avvenuta a gennaio-febbraio, quando nella seconda metà di febbraio c'è stata una ripresa del contagio seguita da nuova chiusura delle scuole.

< Articolo precedente Articolo successivo >