Mercoledý 21 Aprile20:48:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione: da un anno senza piscina, genitori raccolgono firme e scrivono al sindaco

Protesta contro la chiusura della struttura comunale, che impedisce gli atleti e atlete di svolgere gli allenamenti

Cronaca Riccione | 08:20 - 26 Marzo 2021 Ingresso Stadio del Nuoto di Riccione Ingresso Stadio del Nuoto di Riccione.

I genitori degli atleti della Polisportiva Comunale di Riccione con una lettera al sindaco Tosi e alla dirigente al Bilancio Cinzia Farinelli e una raccolta firme, fanno sentire la loro voce. Il braccio di ferro tra il Comune e la struttura per lo sblocco dei contributi, penalizza anche chi la Polisportiva l'ha sempre frequentata con gioia e passione. I genitori degli atleti impegnati nel nuoto fanno presente che i ragazzi si stanno allenando per competizioni importanti, in un clima per niente favorevole. "Siamo venuti a conoscenza attraverso le sue dichiarazioni pubbliche" scrivono i genitori "che l'amministrazione avrebbe liquidato il contributo, dovuto già da diversi mesi per contratto in favore della Polisportiva, non appena la stessa avesse consegnato i documenti richiesti"

La documentazione sarebbe "sui vostri tavoli già da qualche giorno, quando ecco Lei afferma pubblicamente che è invece necessario altro tempo ai fini della liquidazione del previsto contributo!"
I genitori si dicono stanchi dell'atteggiamento "abbiamo paura che tutto ciò porti ad un unico atto: la chiusura della piscina per ragioni economiche". Un fatto che sarebbe disastroso per la salute fisica e psichica dei ragazzi già provati da restrizioni e lockdown.

I genitori richiamano l'Amministrazione al dovere di pensare al bene comune e di prendersi cura dei cittadini, in questo caso atleti e genitori. "Il contributo che il comune deve alla Polisportiva non è esclusivamente un quantum economico" dicono ancora "ma oggi diventa un atto di welfare insostituibile"

I genitori ribadiscono aver sentito il comune parlare di comunità, tutela del territorio e di tanto altro ma non della "funzione sociale dello sport e degli interessi della comunità sportiva. La Sua amministrazione ha il dovere di sostenere la Pol. Com. Riccione anche al di là di quelli che sono gli impegni contrattualmente assunti. In questo momento storico le famiglie e i ragazzi vivono lo sport come unico momento di socialità". I genitori hanno organizzato una raccolta firme, le quali saranno inviante al Sindaco con la lettera e promettono di non fermarsi per far sentire la loro voce.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >