Sabato 17 Aprile20:28:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: lo sciopero dei lavoratori di Amazon diventa un caso politico

Opposizione all'attacco accusa l'amministrazione di incoerenza. Il sindaco Parma replica

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:55 - 24 Marzo 2021 Santarcangelo: lo sciopero dei lavoratori di Amazon diventa un caso politico


Ferve il dibattito politico a Santarcangelo a seguito dello sciopero indetto dai lavoratori delle aziende in appalto dei servizi di logistica e distribuzione delle merci della filiera Amazon e alla solidarietà espressa dall'amministrazione comunale e dalla maggioranza ai lavoratori. La presenza di alcuni consiglieri comunali, al fianco di addetti e autisti in protesta per le condizioni di lavoro, ha suscitato infatti le perplessità dell'opposizione. In pratica l'amministrazione comunale è accusata di incoerenza, di aver aperto le porte di Santarcangelo al colosso dell'e-commerce, per poi aver fatto capolino alla manifestazione di protesta dei dipendenti contro la stessa multinazionale. 

E' quanto affermato da Valter Vicario di Forza Italia che ha evidenziato quanto la multinazionale stia "soffocando le piccole imprese". Lega e la lista "Bene in comune" hanno puntato il dito sugli oneri urbanistici a carico della multinazionale, giudicati troppo bassi. Molti dubbi anche sulla sostenibilità, in termini ambientali, del grande stabilimento Amazon, per il grande traffico di mezzi.

Il sindaco di Santarcangelo Alice Parma, in una nota, difende il sostegno ai lavoratori: "Non chiedono meno lavoro o meno occupazione, o la chiusura degli stabilimenti Amazon, ma più diritti". Il primo cittadino aggiunge: "La convinta adesione allo sciopero va in questa direzione, e come amministrazione comunale siamo e saremo al fianco dei lavoratori e delle loro organizzazioni sindacali per garantire una migliore qualità del lavoro anche ai dipendenti della filiera logistica".  

Sulla presenza di Amazon a Santarcangelo, la Parma ha ribadito quando il polo produttivo di Santa Giustina stia attirando aziende particolarmente importanti dal punto di vista occupazionale, con la creazione di diverse centinaia di posti di lavoro. "Un risultato - spiega la Parma - che si deve anche alla qualità degli insediamenti, della viabilità e più in generale delle infrastrutture, con un ritorno in termini di contributi di sostenibilità a favore della collettività significativo: si pensi solamente alla ciclabile lungo la via Emilia e alle nuove rotatorie".

Amazon ha scelto Santarcangelo, come altre aziende, quindi, evidenzia la Parma,  è impossibile credere che "si possa amministrare un comune scegliendo le aziende che possono insediarsi sul proprio territorio". Allo stesso modo, il contributo di sostenibilità che si aggiunge agli oneri urbanistici, "è stabilito con criteri univoci e trasparenti validi per tutte le imprese che decidono di stabilirsi all’interno di una determinata area produttiva" ed è impossibile decidere l'entità fuori da questi criteri. Il contributo di 385.000 euro verrà comunque impiegato impiegato per la realizzazione della rotatoria sulla Tolemaide all'incrocio tra via Vecchia Emilia e via Pasquale Tosi, "snellendo il traffico in direzione mare, statale adriatica e autostrada", "un’opera pubblica che forse i consiglieri di Lega e Un Bene in Comune ritengono superflua e inutile, al contrario dei cittadini residenti nelle frazioni di San Vito, Casale e Santa Giustina, oltre ai tanti che ogni giorno transitano attraverso quell’importante snodo viario". 

Sulle accuse per un comportamento troppo "remissivo" della sua amministrazione nei confronti di Amazon, la Parma è categorica, evidenziando che sono stati affrontatidal punto di vista urbanistico, "i diversi aspetti dell’insediamento, riducendo di 2.000 metri quadrati la superficie dello stabilimento, oltre a diminuire l’altezza indicata dalle previgenti previsioni urbanistiche".  Inoltre rimangono fitti i contatti con Amazon "per assicurare un adeguato governo della logistica in merito soprattutto a viabilità e parcheggi: un confronto che prosegue tuttora anche in vista della prossima adozione del Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >