Venerdì 16 Aprile23:02:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: i comuni fanno sinergia per combattere le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico

Firmato oggi (domenica 21 marzo) il protocollo per l'istituzione e gestione dell'Osservatorio sulla Criminalità Organizzata

Attualità Rimini | 14:49 - 21 Marzo 2021 Andrea Gnassi, sindaco di Rimini Andrea Gnassi, sindaco di Rimini.


E' stato firmato questa mattina (domenica 21 marzo),  in occasione della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il nuovo Protocollo d'intesa per l'istituzione e la gestione dell'Osservatorio sulla Criminalità Organizzata della Riviera di Rimini. Tra i firmatari i Comuni di Rimini, Bellaria Igea-Marina, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica e, aggiuntosi rispetto al precedente protocollo, Santarcangelo di Romagna.  

La firma del protocollo va ad ufficializzare l'istituzione e la gestione condivisa dell'Osservatorio provinciale sulla criminalità organizzata, progetto che rientra nelle finalità della Legge Regionale 18/2016 recante "Testo unico per la promozione della legalità e per a valorizzazione della cittadinanza e dell'economia responsabili" e in particolare nelle previsioni dell'art. 7 della legge stessa e prefigura interventi importanti per contrastare l'infiltrazione mafiosa nel territorio. 

Aperto all'adesione da parte di altre istituzioni ed enti locali, il Protocollo è un primo passo concreto verso la formazione di una rete territoriale di presidio e difesa dalle infiltrazioni della criminalità organizzata.   

Alla firma, nella prestigiosa cornice del Teatro Amintore Galli, erano presenti sindaci e assessori dei comuni e il Prefetto Giuseppe Forlenza. 

Dal 2012, anno di avvio delle sue attività, l'Osservatorio ha realizzato ricerche e studi, organizzato corsi di formazione per amministratori, dipendenti dei Comuni della Provincia di Rimini, promosso il festival Anticorpi, monitorato la situazione dei beni confiscati e raccolto la documentazione in tema di criminalità organizzata per la Riviera di Rimini. 

Negli anni il progetto ha contribuito all'attivazione di politiche integrate in materia di sicurezza urbana e di attività congiunte sul territorio dell'area riminese, assicurando un interscambio operativo e informativo, così da rafforzare il valore preventivo e l'efficacia delle iniziative nel contrasto degli episodi di infiltrazioni della criminalità organizzata. 

Il protocollo d'intesa per la gestione condivisa dell'Osservatorio – di durata biennale, rinnovabile per ulteriori due anni – istituisce il Comitato scientifico e la Segreteria tecnica e amministrativa presso il Comune di Bellaria Igea Marina che alla luce della crisi sanitaria e di conseguenza economica ha ritenuto ancora più importante fare rete e presidiare sul rispetto della legalità nel territorio. 

L'accordo si propone di garantire l'efficacia delle azioni dell'Osservatorio, coordinare la collaborazione tra gli enti firmatari, garantire la conoscenza approfondita dei fenomeni mafiosi e criminosi. I Comuni, inoltre, si impegnano ad attuare una strategia di prevenzione integrata, con la possibilità di concorrere, anche con risorse proprie, allo svolgimento delle attività dell'Osservatorio. Tutti gli interventi sono previsti e finanziati dalla programmazione della Regione Emilia-Romagna in materia di legalità, in collaborazione con le associazioni, categorie economiche e sindacati.  

 

< Articolo precedente Articolo successivo >