Lunedý 12 Aprile22:03:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Canoni azzerati o dimezzati alle imprese, Indino: "Comune di Rimini rispetta le promesse"

Critica del n.1 della Confcommercio riminese al Comune di Riccione: "Non si è raggiunta la quadra"

Attualità Rimini | 16:26 - 19 Marzo 2021 Gianni Indino presidente di Confcommercio Rimini Gianni Indino presidente di Confcommercio Rimini.


I pubblici esercizi della città di Rimini saranno esenti dal pagamento del canone unico fino al 31 dicembre, mentre è previsto il taglio del 50% per il canone di alcune tipologie di occupazione del suolo pubblico, come ambulanti, negozi o alberghi. Lo ha deciso l'amministrazione comunale di Rimini, con il plauso della locale Confcommercio: "Apprezziamo lo sforzo messo in campo per sgravare le imprese dalle imposte comunali", commenta Gianni Indino, che evidenzia "la grande disponibilità" dell'amminisrazione Gnassi e "l'impegno importante da parte del comune a cui va dato il merito di aver tenuto fede alle promesse fatte". Ora le parti sono al lavoro per la Tari: "Anche su questo fronte le notizie positive non mancano, con l’amministrazione pronta a mettere a punto una proposta di sgravio totale e di forte scontistica per le imprese più colpite dalle restrizioni".

Indino sottolinea che è stato finora proficuo il dialogo anche con le amministrazioni comunali di Cattolica, Bellaria Igea Marina e Santarcangelo di Romagna. Nel dettaglio il sindaco della Regina Mariano Gennari "ha ribadito la volontà di andare incontro alle imprese agendo sulle tasse comunali", destinando "un importante budget per contribuire allo sgravio fiscale riguardo le imposte di sua competenza, aggiungendo anche un contributo che vada nella direzione di calmierare i canoni di locazione".

Per ciò che concerne Bellaria Igea Marina, è stato predisposto un bando con 350.000 euro per la restituzione degli importi versati per la Tari nel 2020. "Per quanto riguarda le imposte 2021, abbiamo registrato la volontà dell’amministrazione di aiutare le più colpite, quelle del commercio e del turismo, che hanno sofferto enormemente nel 2020 e che in questo 2021 non vedono ancora partire la ripresa auspicata", commenta Indino, sottolineando "la grande attenzione da parte del sindaco Giorgetti" alla istanze della Confcommercio. L'amministrazione comunale di Santarcangelo è pronta a mettere a punto una nuova serie di misure: "sta aspettando di chiudere il bilancio poi procederà ad ulteriori bandi e stanziamenti di risorse, a cominciare dal prolungamento dell’esenzione del pagamento del suolo pubblico per negozi e pubblici esercizi", commenta Indino.

Il n.1 della Confcommercio riminese ora attende segnali dal comune di Rimini: "dopo i numerosi incontri tra amministrazione e categorie economiche non si è ancora raggiunta una quadra su come sgravare le imprese del territorio dagli oneri delle imposte comunali". Confcommercio ha chiesto l'applicazione delle strategie messe a punto dall'amministrazione comunale di Rimini, ma al momento la richiesta non è stata accolta.


 

< Articolo precedente Articolo successivo >